Home » News Lavoro » lavoro e occupazione

Il caso del Ceo tra i camionisti per due settimane

L’ammistratore delegato di Girteka ha fatto il camionista per due settimane in mezza Europa, per vedere come si fa.

Condividi questo bel contenuto


Sembrerà incredibile ma un Ceo di un colosso europeo del trasporto ha passato ben due settimane consecutive su un bilico (tecnicamente, un autoarticolato). Si tratta di Mindaugas Paulauskas, a capo di Girteka Transport, il gigante lituano dei trasporti. L’iniziativa, che è stata battezzata “Mindaugas on the road”, ha avuto e ancora ha lo scopo di capire le esigenze ed i problemi di quelli che in gergo vengono chiamati semplicemente camionisti, la cui vita non è certo facile. Ciò, se mai ce ne fosse bisogno, è certificato dal fatto che di autisti professionali ne manchino circa tre milioni nel mondo.

Mindaugas, prima di salire su un Volvo FH, un classico bestione della strada, ha dovuto ottenere tutte le patenti necessarie, poi è partito per un lungo giro che dalla Lituania lo ha portato in Norvegia, poi in Spagna, per poi fare rientro alla base in patria. L’iniziativa è stata raccontata attraverso dei video su un blog ed ha avuto un enorme successo. Va detto che non è per niente raro vedere mezzi di Girteka anche in Italia, ma l’azienda è di portata mondiale. Sta infatti assumendo molto pure in India, dove forma anche un buon numero di autisti donna, contro ogni (insensato) pregiudizio. Girteka conta più di 12.000 autisti.

camionisti

I camionisti: una vita dedicata al lavoro

Della vita difficile degli autisti ne abbiamo già parlato varie volte, ad esempio in riferimento alle maledizioni di cui sono vittime. A prescindere però, un altro dei grandi problemi degli autisti è quello di far capire a chi sul camion non ci sale e tantomeno ci vive quali siano le sfide ed i problemi quotidiani da affrontare. L’idea del Ceo di Girteka di salire lui stesso su un camion per ben due settimane, facendo quindi esattamente la stessa vita di un suo dipendente, è senza alcun dubbio unica nel suo genere e decisamente lodevole. E’ pur vero che anche Girteka  sta affrontando una mancanza di autisti e Mindaugas ha deciso di vivere questa esperienza proprio per capire come migliorare la situazione e rendere il lavoro più attraente.

Rispetto all’esperienza fatta, L’Ad di Girteka ha spiegato che “Questo viaggio è stato più di un’esplorazione. È stato un tuffo profondo nella realtà che i nostri autisti vivono ogni giorno. Ho visto le loro sfide, accettato il loro stile di vita e ora capisco l’equilibrio critico che mantengono tra affidabilità e capacità di affrontare la situazione”. In effetti è veramente difficile far comprendere a chi non fa lo stesso lavoro come deve vivere un autista di mezzi pesanti che resta “fuori” per una settimana o due. Si tratta, come tra l’altro lo stesso Mindaugas ha spiegato, non solo di affrontare le difficoltà della guida, ma anche quelle della sistemazione del carico, del programmare adeguatamente le ore di riposto, che devono comprendere il pasto, l’igiene personale, e una serie di altre attività per le quali c’è quasi sempre troppo poco tempo.

Dei problemi degli autisti che vivono sul mezzo è difficile rendersi conto adeguatamente. Per questo l’estemporaneo viaggio del Ceo di Girteka è sì una specie di fulmine a ciel sereno, ma in senso positivo, in quanto ha almeno l’intenzione di avvicinare chi, tanto spesso quanto a torto, viene considerato l’ultima ruota del carro al primo anello della catena aziendale. E’ quindi plausibile pensare che se il colosso lituano dovesse adottare misure per semplificare la vita ai suoi autisti, alcuni potrebbero seguire il suo esempio.

Anche perché chi fa quel lavoro, nonostante una sorta di stupido stigma sociale (che fortunatamente va riducendosi), ha un ruolo fondamentale nella catena logistica e negli approvvigionamenti. Se non ci fosse il camionista sostanzialmente non arriverebbero le merci, né nei magazzini, né nei negozi, né nelle case, né ancora nei vari locker sparsi in giro per il territorio. Il fatto che la Mindaugas on the road sia stata raccontata anche attraverso dei video potrebbe inoltre contribuire a far accorgere a chi camionista non è cosa voglia dire davvero esserlo.

Cerchi un nuovo lavoro?

Per avere sempre offerte di lavoro reali e verificate nella tua casella email in linea con le tue esigenze: Registrati su Euspert Bianco Lavoro

Condividi questo bel contenuto
× Eccomi!