Home » News Lavoro » lavoro e occupazione

Lavoro: convocazione degli insegnanti tramite la Messa a Disposizione

Lavoro, carenza di insegnanti e convocazione di nuovo personale tramite le domande di Messa a Disposizione. Come fare?

Condividi questo bel contenuto


La scuola è alla continua ricerca di nuovi insegnanti anche nel 2021. Sono tante le cattedre scoperte su tutto il territorio nazionale e le scuole che necessitano urgentemente di docenti capaci di svolgere al meglio il proprio lavoro. La Messa a Disposizione rappresenta un valido strumento per poter accedere al mondo scolastico facendo fronte alla carenza di professori e di personale scolastico.

Lavoro ed il mondo scolastico

scuola

La scuola è un settore particolarmente delicato che negli ultimi tempi ha risentito di vari tagli ed ovviamente degli effetti negativi della pandemia. Oggi uno dei maggiori problemi a cui dover far fronte è la carenza di docenti e di personale scolastico nelle varie scuole su tutto il territorio nazionale. Bisogna assumere nuovo personale in risposta ai tanti pensionamenti avuti nel corso dei mesi, ma anche a seguito dei tanti esoneri per età e patologie croniche di svariati insegnanti soggetti a rischio da tutelare. Attualmente il numero degli insegnanti nelle graduatorie non è sufficiente a ricoprire tutti i posti vacanti. Sono diverse le persone che ambiscono ad un lavoro nel settore scolastico e dell’istruzione. A tal proposito la Messa a Disposizione rappresenta un valido strumento per poter accedere a questo particolare settore professionale.

Lavoro e carenza di insegnati

La pandemia da coronavirus ha fatto sentire i suoi effetti anche nel comparto scuola e formazione. Il 2021 continua ad essere un anno particolarmente delicato, in cui non si sa bene se le scuole resteranno aperte oppure si tornerà presto alla didattica a distanza. L’altro problema è la carenza di insegnanti e di personale scolastico. La situazione è particolarmente complessa per quanto riguarda i posti di lavoro per il sostegno. Lazio ed Emilia Romagna sono state tra le prime a pubblicare il calendario relativo le prove del concorso straordinario per il sostegno. Il settore scolastico è in crisi e bisogna fare di tutto per risollevarlo, soprattutto ora.

Lavorare a scuola con la Messa a Disposizione

Trovare un lavoro nella scuola è possibile con i vari concorsi pubblici ma anche grazie alla domanda di Messa a Disposizione. Questo strumento consente di ottenere e svolgere delle supplenze in maniera tempestiva, immediata e veloce. Tutto questo evita agli studenti i disagi connessi alla mancanza di professori. Vediamo nello specifico che cos’è la MAD. La Messa a Disposizione è una domanda che viene inviata ai vari istituti scolastici, con lo scopo di rendersi immediatamente disponibili per ricoprire lavori ed incarichi di supplenza, che possono avere breve o lunga durata. Chi desidera trovare un lavoro nel settore scolastico, con tale domanda ha la possibilità di presentarsi ai Dirigenti Scolastici.

A cosa serve la Messa a Disposizione?

La messa a disposizione serve per facilitare l’accesso di aspiranti insegnanti e personale scolastico nella scuola. Infatti, tramite questa particolare richiesta è possibile assumere anche il personale ATA: Collaboratori Scolastici, Assistenti Tecnici, Assistenti Amministrativi. Insomma, si tratta di una modalità che consente a tanti di coronare un sogno professionale nel settore scolastico. Il lavoro nella scuola, nonostante tutte le problematiche che possono esserci, resta molto affascinante ed ambito.

Varie tipologie di Messa a Disposizione

Ci sono differenti tipologie di Messa a Disposizione (MAD) da tenere in considerazione per ottenere un lavoro a scuola. Nello specifico ne distinguiamo 4:

  • MAD docenti classica: per gli aspiranti docenti che si propongono come supplenti di varie classi;
  • la MAD sostegno: utilizzata per gli aspiranti insegnanti di sostegno;
  • MAD ATA: per chi vuole ottenere supplenze come Collaboratore Scolastico, Assistente Amministrativo ed Assistente Tecnico;
  • la MAD recuperi estivi: per coloro che si propongono come insegnati di corsi estivi.

Queste sono le tipologie di MAD a cui fare riferimento per avere velocemente un lavoro nella scuola.

Come inviare la domanda

Non tutti possono mandare la MAD. Infatti gli aspiranti insegnanti per inviare la richiesta di Messa a Disposizione devono possedere una laurea o diploma di abilitazione all’insegnamento. Inoltre, bisogna specificare che possono presentare la domanda anche i docenti che sono già iscritti alle graduatorie di I e II fascia. Chi fosse interessato a tale lavoro può inviare la MAD, soprattutto in questo periodo in cui c’è stata la ripartenza delle lezioni in presenza. La richiesta deve essere inviata alle singole scuole di proprio interesse.

Cerchi un nuovo lavoro?

Per avere sempre offerte di lavoro reali e verificate nella tua casella email in linea con le tue esigenze: Registrati su Euspert Bianco Lavoro

Condividi questo bel contenuto