Home » Orientamento Lavoro

Odiare il proprio lavoro rovina la vita: ecco come risolvere la situazione

Tre passaggi utili per migliorare giorno dopo giorno una condizione lavorativa terribile e smettere finalmente di odiare il lavoro della propria vita

Condividi questo bel contenuto


Chi odia il proprio lavoro, pensa di essere l’ unico ad averne uno talmente terribile. Odiare il lavoro rende stressati e depressi e spinge a pensare che invece ogni altra persona al mondo ami ciò che fa e abbia una vita splendida e gioiosa, spietatamente imparagonabile alla propria davvero angosciante. E invece ogni singolo individuo, non importa dove si trovi adesso nella sua vita, ha un lavoro che odia. È così o perlomeno sotto certi aspetti.

Ecco tre passaggi per non odiare il lavoro e renderlo migliore

Gli unici che non odiano il proprio lavoro sono coloro che non assumono alcun tipo di rischio o non hanno alcuna prospettiva di poter fare carriera. Perché anche il “fare carriera” presuppone di per sé la pena di passare fasi della propria vita angoscianti e difficili e momenti di vero e proprio odio verso il proprio lavoro.

Trova le aree peggio gestite dell’azienda e sistemale

Un segno rivelatore di un lavoro terribile è che si svolge in una terribile società. E qual è un segno rivelatore di una terribile società? Che ogni singola cosa è gestita in modo terribile. Certo anche in una terribile azienda ci sono progetti ovunque, il problema è che non vengono portati a termine o comunque rovinati nel bel mezzo della loro realizzazione. Tu dovresti prenderne uno e sistemarlo. Anche se puoi sistemarlo giusto un po’, sul tuo cv questo apparirà davvero come qualcosa di positivo e professionalizzante. Potrai affermare senza troppe difficoltà di aver aumentato ad esempio l’efficienza del 20%, i guadagni del 21 % e diminuito i costi del personale del 30% perché è davvero facile raggiungere questo genere di risultati quando si ha a che fare con la totale improvvisazione e incompetenza.

Fatti amico la persona più popolare dell’azienda

Il problema più grande di un lavoro che si odia è che non ha le tre caratteristiche -che sono le più importanti in un lavoro- vale a dire:

  1. mansioni attraenti e stimolanti,
  2. obiettivi gestibili e raggiungibili,
  3. controllo e soddisfazione su tutti i risultati.

Quindi qual è la prima cosa che hai bisogno di fare? Fare in modo che il tuo lavoro diventi più attraente e con obiettivi gestibili. I risultati arriveranno da sé. Quindi fallo tenendo ben a mente il primo obiettivo, vale a dire diventare amico della persona che è più in grado di stimolarti e farti migliorare in questo lavoro. Guardati intorno in azienda e decidi chi ha più potenziale.

Peggiore è l’azienda, più veloce per te risulterà trovare questa persona perché le persone con enorme potenziale non stanno nelle aziende terribili e quindi ce ne sarà al massimo solo una da individuare. Trova questa persona e poi ogni giorno prefiggiti di fare qualcosa per esserle più vicino e utile nello svolgimento dei vari compiti lavorativi. Il modo migliore per far sì che una persona presti attenzione a te  è di farle sapere quanto l’ammiri e che vorresti ti aiutasse. Quindi agisci come se volessi un mentore e il tuo lavoro improvvisamente diventerà pieno di significato e interessante e molto probabilmente smetterai di odiare il lavoro così tanto.

Comincia a riscrivere il tuo cv

Se la società nella quali lavori è davvero talmente terribile da non offrire gratificazioni né alcuno spiraglio di prospettiva di miglioramento, sei giustificato dall’odiare il lavoro ed è davvero arrivato il momento di cominciare a guardarsi intorno e iniziare”la caccia” ad una nuova occupazione. Ma attenzione: devi farlo in un modo sistematico e con un’adeguata preparazione.

Mettiti alla ricerca delle offerte di lavoro di ciò che vorresti fare, del ruolo dei tuoi sogni. Leggi attentamente la job description e fai una lista di tutte le caratteristiche personali e le competenze professionali che i recruiters si aspettano da qualcuno che reputano “qualificato”. Sposta ognuno di questi punti nel tuo cv e dì a te stesso: come posso rendere veritieri questi punti sul mio cv? Con l’impegno, la formazione e la costanza: quindi ogni giorno dovrai concentrare gli sforzi per cercare di rendere attendibile e reale ognuno di questi punti, per acquisire nuove abilità e lavorare per raggiungere i tuoi obiettivi.

Cerchi un nuovo lavoro?

Per avere sempre offerte di lavoro reali e verificate nella tua casella email in linea con le tue esigenze: Registrati su Euspert Bianco Lavoro

Condividi questo bel contenuto