Home » News Lavoro » novità pensioni

Pensione: aiuti economici per chi a 67 anni non ha raggiunto il minimo contributivo


Alcune persone a 67 anni non hanno raggiunto il minimo contributivo per potersi permettere la pensione. Le cause possono essere svariate, in ogni modo queste categorie non possono e non devono essere abbandonate. Ecco alcuni aiuti economici che possono essere richiesti da chi in età avanzata non ha maturato i contributi minimi necessari per andare in pensione.

Pensione e minimo contributivo

Per andare in pensione a 67 anni è necessario aver raggiunto un minimo contributivo pari a 20 anni. Tuttavia, non è qualcosa di semplice e scontato perché tante persone non riescono a maturare i contributi necessari per potersi ritirare dal mondo del lavoro con la garanzia di una pensione decente. Ci sono parecchi individui che hanno lavorato a nero, senza versare i contributi dovuti. Se a questo aggiungiamo l’età avanzata di alcuni disoccupati e le possibili problematiche di salute, risulta abbastanza intuitivo che queste categorie non hanno molte possibilità di inserirsi nuovamente nel mondo del lavoro. Tutto questo influisce negativamente sulla pensione.

Sostegni economici per chi non ha il minimo contributivo

Le persone che per diverse ragioni non riescono a raggiungere il minimo di contributi necessari per la pensione, non vengono lasciate sole. Ci sono alcuni aiuti e sostegni economici a cui accedere. Si tratta di misure di sostegno al reddito pensate dallo Stato per le persone che a 67 anni si ritrovano senza una pensione. Oltre all’assegno di invalidità civile, che può essere chiesto da coloro che hanno un’invalidità pari al 74%, ci sono altre due importanti misure da prendere in considerazione. Nello specifico stiamo parlando della Pensione di Cittadinanza ed ovviamente dell’assegno sociale.

La Pensione di Cittadinanza

La Pensione di Cittadinanza è una misura di sostegno al reddito di notevole rilievo. Questa è compatibile con una normale pensione, anche se in questo caso il suo importo viene rimodulato, in maniera da permettere al nucleo familiare di collocarsi sopra la soglia di povertà. Le persone che non ricevono alcuna pensione e non sono titolari di altre misure si sostegno economico, possono beneficiare dell’importo completo di tale misura. Nello specifico, l’importo massimo è di 780 euro al mese per le persone sole, mentre per i nuclei familiari numerosi l’ammontare può arrivare a 1.536 euro ogni mese. Ovviamente per accedere a questa misura di sostegno economico bisogna soddisfare alcuni requisiti. In particolare è essenziale che tutti i componenti del nucleo familiare abbiano compiuto 67 anni di età anagrafica oppure qualcuno sia affetto da patologie invalidanti.

I requisiti economici

Tra i requisiti economici è necessario avere un Isee inferiore i 9.360 euro mentre il reddito familiare non deve superare i 7.360 euro l’anno. Ed ancora, bisogna fare particolare attenzione al patrimonio immobiliare e mobiliare. Per quanto riguarda il primo, questo non deve superare i 30 mila euro, mentre il patrimonio mobiliare deve essere inferiore i 6 mila euro. Quest’ultimo limite può essere aumentato di 2 mila euro per ogni componente successivo al primo, sempre entro il tetto massimo di 10 mila euro. Ed ancora tale limite incrementa di altri 5 mila euro nel caso in cui ci sia qualche componente con gravi patologie invalidanti. Altro requisito riguarda la residenza. Per accedere alla Pensione di Cittadinanza è necessario risiedere in Italia da almeno 10 anni.

L’assegno sociale

Altra misura di sostegno al reddito è quella dell’assegno sociale. Questo è cumulabile ma non totalmente compatibile con la Pensione di Cittadinanza. L’assegno sociale è una misura di sostegno economico destinata a chi ha compiuto 67 anni di età senza riuscire a garantirsi una pensione. Si tratta di una prestazione che è destinata al singolo individuo e non al nucleo familiare. Il suo importo è fisso ed annualmente sottoposto a rivalutazione. Per il 2020-2021 l’ammontare dell’assegno sociale è di 460,28 euro al mese. Tra i requisiti richiesti per accedere a questo sostegno economico serve la residenza in Italia da almeno 10 anni. Ed ancora il reddito delle persone sole non deve essere superiore i 6.145,75 euro mentre per le persone coniugate il reddito complessivo delle due non deve superare i 12.841,66 euro. Sono questi i requisiti necessari per ottenere l’assegno sociale.

Condividi questo bel contenuto