Home » News Lavoro » economia e risparmio

Pensione: ecco il nuovo servizio online messo a disposizione dall’Inps

Un nuovo servizio messo a disposizione dall’Inps per quanto riguarda l’invio online di domande per determinate prestazioni di tipo previdenziale. Ecco di cosa si tratta e come accedere.

Condividi questo bel contenuto

L’Inps fornisce chiarimenti su un nuovo servizio messo a disposizione dei cittadini che, permette loro di presentare online la domanda per la richiesta di determinate prestazioni di tipo previdenziale e legate alla pensione. Vediamo di cosa si tratta ed a chi si rivolge.

pensioni quota 100

Le indicazioni Inps sul nuovo servizio online pensione

Recentemente l’Inps ha fornito interessanti chiarimenti per quanto riguarda un nuovo servizio messo a disposizione dei cittadini. Questo permette a tutti i lavoratori iscritti presso le gestioni private amministrate dall’Inps, di presentare direttamente online la domanda per la richiesta di determinate prestazioni previdenziali. Inoltre, il servizio fornisce ai lavoratori regolarmente iscritti alle gestioni pubbliche, la possibilità di presentare la domanda di pensione diretta di vecchiaia, anticipata o di anzianità, per tutti i casi eccezionali che sono al momento previsti, come le pensioni in salvaguardia, le domande di ratei maturati ed ancora non riscossi. E’ possibile anche chiedere la Certificazione al diritto di pensione ECOCERT, Ape Social ed in fine il beneficio per i lavoratori precoci.

A chi è rivolto il servizio Inps sulle prestazioni previdenziali

Il nuovo servizio messo a disposizione dall’Inps, permette ai dipendenti sia pubblici che privati di inoltrare direttamente online la domanda per usufruire di determinate prestazioni di carattere previdenziale collegate alla pensione stessa. Si tratta dunque di un mezzo più semplice e soprattutto diretto che i lavoratori possono utilizzare accedendo al sito web Inps per prestazioni previdenziali, relativamente alla domanda di pensione diretta, di vecchiaia o pensione anticipata. Tanti sono i servizi che l’Inps mette a disposizione dei lavoratori, soprattutto online. Servizi che, diventano davvero utili ai lavoratori, i quali usufruiscono sempre di più di questi sistemi telematici messi a loro disposizione.

Come funziona il nuovo servizio sulla pensione?

Vediamo ora una cosa molto importante, ossia come funziona il nuovo servizio online per quanto riguarda le prestazioni previdenziali, dunque in riferimento alla pensione stessa. Il soggetto può così inviare online ed in maniera del tutto autonoma, la domanda relativa alla prestazione di cui ha diritto. Le prestazioni previdenziali previste da tale servizio e per cui il lavoratore può fare domanda sono le seguenti:

  • Domanda per la pensione di vecchiaia, anche per i lavoratori iscritti alle gestioni pubbliche
  • Domanda per la pensione anticipata, anche per i lavoratori iscritti alle gestioni pubbliche
  • Domanda per la pensione di inabilità
  • Assegno di invalidità
  • Assegno sociale
  • Domanda di pensione ai superstiti (reversibilità/indirette)
  • Domanda per la pensione di anzianità, prevista anche per gli iscritti alle gestioni pubbliche
  • Domanda di ricostituzione della pensione
  • Ratei che sono stati maturati ma non riscossi, anche per tutti gli scritti alle gestioni pubbliche
  • Estratto conto certificato anche per i lavoratori in gestioni pubbliche
  • Ape Social
  • Domanda di beneficio per i lavoratori precoci

Il tutto è possibile tramite la compilazione ed invio online della domanda con la relativa documentazione richiesta.

La compilazione della dichiarazione di responsabilità

Nella compilazione online delle domande, ai lavoratori iscritti alle gestioni pubbliche è richiesto come primo step quello di compilare il pannello dell’anagrafica. Come secondo step si deve scegliere il tipo di pensione di cui si vuole fare richiesta ed in fine il fondo stesso a cui si è iscritti ed a cui si appartiene. Inoltre, per poter proseguire con l’invio della domanda attraverso questo sistema, bisogna che il lavoratore compili la dichiarazione di responsabilità in riferimento a:

  • Ultimo datore di lavoro
  • Relativa data di cessazione del rapporto di lavoro stesso
  • La presenza di eventuali altre prestazioni pensionistiche e/o assistenziali

Nei casi in cui venga richiesto, unitamente alla pensione, anche l’ANF Assegno al Nucleo Familiare, i lavoratori iscritti alle gestioni pubbliche, sono tenuti ad indicare il reddito presunto. Per accedere al servizio bisogna andare sul sito web Inps, dove si potranno reperire tutte le informazioni ed indicazioni utili  e necessarie.

Condividi questo bel contenuto