Superbonus 110%: estensione e proroga, ecco le ultime novità

Le novità relative il superbonus 110%. Proroga fino al 2022 ed estensione della platea di beneficiari. Le ultime novità da dover conoscere

Interessanti novità potrebbero prendere concretamente piede in relazione al superbonus 110%. In particoare si pensa ad una sua proroga fino al 2022, così come l’ampliamento della platea che potrà beneficiare della misura economica in questione. Ecco le ultime novità a riguardo.


Che cos’è il superbonus 110%?

bonus decreto rilancio

Prima di guardare alle novità che potrebbero interessare il superbonus 110%, cerchiamo di chiarire che cos’è e come funziona. Si tratta di un sostegno economico rivolto ai cittadini che intendono effettuare dei lavori di miglioramento energetico degli edifici, interventi antisismici ed installazione di pannelli solari. In particolare, la misura può essere adoperata per tutta una serie di interventi come: isolamento termico su parti comuni di edifici, con sostituzione degli impianti di riscaldamento con impianti centralizzati per riscaldamento e raffreddamento, per la fornitura di acqua calda a condensazione. A tali lavori, possono essere aggiunti quelli per l’istallazione di pannelli fotovoltaici e di colonnine per ricaricare le vetture elettriche. I lavori che si effettuano devono migliorare di due classi energetiche la condizione dell’immobile. Ed ancora, per accedere al beneficio fiscale, bisogna svolgere questi lavori dal 1° luglio 2020 fino al 31 dicembre 2021, questo quanto dichiara il decreto Rilancio.

Novità in arrivo sul superbonus 110%

Sono in atto alla Camera dei ritocchi al decreto Rilancio. In particolare, tra le tante misure contenute nel documento, ricordiamo il superbonus 110% relativo agli interventi edilizi per migliorarne l’assetto energetico e non solo. La maggioranza punta ad estendere la validità del bonus per tutto il 2022, così come incrementare la platea che potrà beneficiarne, consentendo di applicare la misura anche agli interventi effettuati sulle seconde case, con esclusione di quelle di lusso. Non è tutto, con le modifiche che probabilmente saranno applicate al bonus, potranno accedervi anche enti non commerciali, enti religiosi civilmente riconosciuti, settore terziario, alberghi, residenze, associazioni e società sportive dilettantistiche.

Inoltre, dovranno essere diminuiti i vari vincoli per gli interventi da eseguire su edifici tutelati dai beni culturali. Dunque delle novità che essenzialmente puntano alla proroga della durata del superbonus 110% e dell’incremento della platea di beneficiari che possono accedere alla misura in questione.

Più incentivi per i cittadini

Il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Riccardo Fraccaro ha espresso tutta la sua soddisfazione per le importanti novità da applicare al superbonus 110%. Queste consentiranno ai cittadini di poter effettuare determinati tipi di lavori sugli immobili, senza spese, in quanto lo Stato si preoccuperà di tutto. Più tempo a disposizione per iniziare lavori di intervento sull’assetto energetico ed antisismico delle abitazioni, con la proroga fino al 2022. Ad oggi, le proposte di novità sembrano essere state accolte positivamente non solo dalle forze politiche di maggioranza ma anche dall’opposizione. Una misura che consentirà di rilanciare in maniera decisiva l’economia e la tutela dell’ambiente in cui viviamo.

Misure a sostegno di imprese e privati

La Fase 2 da Coronavirus è stata disciplinata da differenti decreti emanati dal Governo. Questi, di cui il più significativo ed articolato è il decreto Rilancio, contengono importanti misure a sostegno delle realtà più colpite dalle conseguenze del Covid-19. Attenzione data alle imprese, ai professionisti, ma anche alle famiglie ed ai cittadini che vertono in particolari e delicate situazioni economiche. L’elenco delle misure è davvero lungo, dal bonus professionisti, al bonus baby sitter e colf, per arrivare ad agevolazioni economiche per le imprese. La cosa importante è garantire l’assistenza di tutti, in quanto nessuno deve perdere il lavoro a causa della pandemia. Almeno questo è quanto il Governo stesso ha promesso agli italiani.

Ripartire nel rispetto delle norme ed in sicurezza, questi sono gli obiettivi a cui dover guardare con particolare fermezza. Fortificare l’economia italiana sicuramente non sarà un’atto immediato e semplice, tuttavia bisogna provarci per il bene dell’intero Paese.