Tasse: in manovra la proposta di tagli all’Imu ed abolizione Tasi

Arriva la nuova proposta di abolire la Tasi ed apportare tagli mirati sull'Imu, il tutto applicabile a determinati casi. Trovare le coperture necessarie è possibile, così come è urgente andare ad alleggerire il peso della tassazione delle due imposte.

Ulteriori novità arrivano sul fronte delle tasse relative ad Imu e Tasi. Dopo la proposta di fusione delle due imposte sugli immobili, ne arriva una nuova, ossia quella di abolire la Tasi ed apportare dei tagli mirati all’Imu, il tutto applicabile a determinati casi. Vediamo di cosa si tratta e soprattutto chi potrebbe beneficiare di questi tagli.


tasse

Tasse: arriva la proposta di apportare tagli all’Imu ed abolire la Tasi

Cambio di rotta per quanto riguarda la delicata questione tasse, connessa alle due imposte sugli immobili. Dopo la proposta di voler fondere tra di loro l’Imu e la Tasi, molto simili tra di loro, arriva una nuova idea. Per semplificare tutto l’assetto burocratico e soprattutto apportare vantaggi ai contribuenti, con un alleggerimento del peso della tassazione, si fa largo la proposta di apportare tagli all’Imu ed abolire la Tasi. Lo stesso Massimo Garavaglia, viceministro dell’Economia ha affermato che il Governo è a lavoro per una possibile abolizione della Tasi, con le due tasse sugli immobili che saranno parte principale della prossima manovra. L’obiettivo primario resta quello di ridurre o addirittura eliminare in specifici casi la tassazione stessa connessa agli immobili.

Imu e Tasi: si lavora per il raggiungimento di nuovi obiettivi

Il Governo sta lavorando per trovare giuste soluzioni connesse ad Imu e Tasi, il tutto per alleggerirne il carico fiscale. Alberto Gusmeroli, vicepresidente della Commissione Finanze della Camera rende noti gli obiettivi principali, legati alle nuove proposte fatte. Il primo importante obiettivo è quello di procedere con la soppressione della Tasi, imposta molto simile all’Imu, quasi una sua duplicazione.

Il secondo obiettivo è quello di ridurre e dunque apportare tagli alle imposte che coinvolgono determinate fattispecie, come i negozi non affittati, gli appartamenti occupati, le case di lusso che ora non sono più di lusso, oppure immobili ormai ritenuti inagibili. Inoltre, come spiega lo stesso Gusmeroli, per andare a recuperare il sommerso, bisogna spedire a casa l’F24 oppure inserirlo direttamente nel modello 730 precompilato. Insomma, ciò che appare evidente è l’impegno del Governo a mettere mano su Imu e Tasi, a favore dei cittadini che oggi si vedono costretti a pagare due tasse molto simili tra di loro.

C’è il pericolo che i singoli Comuni ritocchino in rialzo l’Imu?

Una delle maggiori preoccupazioni dei cittadini è quella relativa al comportamento dei singoli Comuni. Infatti questi potrebbero ritoccare in rialzo l’Imu stessa. Per evitare che con la soppressione della Tasi, si possano avere degli aumenti, bisogna porre dei limiti e dei paletti ai singoli Comuni. Questi possono aumentare solamente la parte eccedente. Come Gusmeroli afferma: “I Comuni possono aumentare solo la parte eccedente e non quella fattispecie. Chi ha fatto l’uso di Tasi, non potrà aumentare dell’uno, l’uno e mezzo, il due, il due e mezzo. Sarà un tecnicismo che peraltro si sta preparando. E anche di facile realizzazione”. Andare a ridurre il peso della tassazione relativa agli immobili è davvero molto importante, anche per rilanciare il settore stesso. Per questo motivo bisogna procedere con le giuste misure, studiate nei minimi particolari, in modo da garantire vantaggi ai cittadini nel minor tempo possibile.

Tasse: come trovare le coperture necessarie

Per procedere con il taglio o la soppressione delle tasse, bisogna prima di tutto andare a cercare delle coperture. Secondo Gusmeroli, parte delle coperture necessarie arriva dai 270 milioni derivanti da diminuzioni di spese che si sono avute. Il restante arriva con il recupero del sommerso. Oggi si hanno ben 5 miliardi di sommerso, andando ad applicare giuste misure, recuperare almeno 1 miliardo oppure 1 miliardo e mezzo dall’evasione fiscale non è cosa impossibile ma fattibile. Le coperture si possono trovare e di conseguenza si può procedere per la semplificazione ed alleggerimento fiscale sulle spalle dei cittadini stessi. Vedremo come procederà la vicenda.

CATEGORIES
Share This