Home » News Lavoro » cassazione e legge

Un Sindaco della città e per la città

Le notizie della settimana, che primeggiano sulla carta stampata e non, sono quelle relative ai ballottaggi. Naturalmente, come sempre, tutti dichiarano di aver vinto. Ma le cose non stanno affatto così.

Condividi questo bel contenuto


La sinistra ha preso meno sindaci e 500.000 voti in meno del centrodestra, che  dal canto suo ha scientemente “rinunciato” a vincere in alcune città come Verona, ad esempio, in cui al primo turno  i due candidati del centro-destra erano arrivati ognuno al 30% dei voti; e invece al ballottaggio sono stati sorpassati dal candidato di sinistra.

L’unico vincitore è l’assenteismo

sindaco

Il vero ed unico vincitore di questa tornata elettorale è l’assenteismo, cioè quella forza composta da cittadini che sono stanchi (la maggior parte fatta ormai anziani) di essere continuamente chiamati al voto, specie di tornare alle urne dopo essersi già espressi chiaramente al primo turno. Si ha un’idea di cosa significhi, specie per un anziano, essere “costretti “ad andare a votare a 40 gradi, rischiando l’infarto? Bisognerebbe modificare la legge elettorale, nel senso che chi ha preso più voti tra i candidati a sindaco viene eletto senza ballottaggio. È anche una questione di rispetto dei partiti nei confronti dei cittadini tra i quali aumenta la disaffezione al voto e alla politica in generale. Questa tornata elettorale dovrebbe avere insegnato che la presunzione e gli accordi politici, fatti dietro le spalle dei cittadini, non pagano, ma soprattutto occorre individuare nelle prossime regionali politiche, candidati seri e credibili.

La nota positiva

A confermare di quanto detto pocanzi, vorrei evidenziare una nota positiva relativa ad una affermazione, anzi ad un trionfo, di Riccardo Mastrangeli, candidato a sindaco di Frosinone, che, nonostante il problema fisiologico dell’assenteismo al secondo turno, è riuscito a mantenere la distanza di 10 punti in percentuale rispetto al suo antagonista, anzi di accrescere nel ballottaggio queste percentuali e risultare eletto sindaco. Questo non è un caso e non è dovuto solo alla capacità di tenere unite tutte le forze politiche del centro destra. È una questione di programmi e di organizzazione, di capacità e di sensibilità verso tutti i cittadini, nessuno escluso.

È un lavoro che è iniziato in silenzio, da 10 anni, quale braccio destra del precedente sindaco e giustamente culminato con la candidatura a sindaco e la sua affermazione. Pochi si ricorderanno di Mastrangeli che è stato circa 30 anni fa uno dei primi deputati di Forza Italia. Ma certamente nessuno si ricorderà che il sottoscritto fu l’artefice di quella candidatura assumendosi l’onere e l’onore, sottoponendo il suo nominativo e quello del compianto avvocato Misserville, alla direzione di Forza Italia. Questo significa che niente nasce per caso è che chi non ha un passato, non può avere un futuro.

Condividi questo bel contenuto