Aprire una Agenzia di disbrigo pratiche per il cittadino e per l’impresa

Aprire un’agenzia di servizi che si occupa di “sbrigare” le tante pratiche burocratiche che ogni giorno pesano sui cittadini e sulle imprese, può essere un’idea da utilizzare per avviare un attività in proprio. Si tratta di una tipologia di impresa che espleta pratiche rivolte a enti pubblici come Comuni, Agenzie delle Entrate, Camere di Commercio, Inps, Prefetture, Tribunali, Catasti ecc.

Aprire un’agenzia di servizi che si occupa di “sbrigare” le tante pratiche burocratiche che ogni giorno pesano sui cittadini e sulle imprese, può essere un’idea da utilizzare per avviare un attività in proprio. Si tratta di una tipologia di impresa che espleta pratiche rivolte a enti pubblici come Comuni, Agenzie delle Entrate, Camere di Commercio, Inps, Prefetture, Tribunali, Catasti ecc.


Se ti piace lavorare nel settore dei servizi, oppure se hai voglia di renderti indipendente con un’attività tutta tua, la scelta di dare vita a un’agenzia di disbrigo pratiche amministrative potrebbe essere quella giusta per te. In questa pagina troverai tutte le informazioni più importanti sul tema: che cos’è un’agenzia come questa, quali servizi offre, i procedimenti per aprirla e quanto può costare.

Cosa è un’agenzia disbrigo pratiche amministrative

Volendo definire un’agenzia disbrigo pratiche, si può dire che essa è un ufficio che si occupa di gestire svariati servizi burocratici per conto terzi. Può essere di grande aiuto sia ai liberi professionisti sia ai cittadini, poiché fa risparmiare loro molto tempo ed evita loro il rischio di perdersi nei labirinti della Pubblica Amministrazione. Non solo: spesso capita che queste agenzie sbrighino anche parte del lavoro degli enti pubblici. Il vantaggio, nel rivolgersi a un’agenzia di questo tipo, è evidente: non dovrai più avere a che fare con gli iter amministrativi e burocratici, noti per essere lunghi e laboriosi. Inoltre, se non hai la possibilità di recarti agli sportelli per problemi di orario o di distanza, un agente esperto lo farà per te.

Il compito dell’agenzia disbrigo pratiche è quello di far evitare quelle odiose fila che cittadino e aziende dovrebbe fare per recarsi allo sportello di un ufficio per risolvere un disguido burocratico, ma non solo. Questo tipo di impresa ha tra le sue attività quello di ritirare e rilasciare certificati di vari enti. L’ambito operativo è talmente vasto, che permette di creare servizi di intermediazione per professionisti, diffusione di riviste specifiche di settore, informazioni commerciali, organizzazione di eventi e presentazioni di prodotti, fornitura di servizi e di beni immobili, ricerca e rapporti con i clienti, disbrigo pratiche amministrative, assicurative o documenti vari, inerenti il rilascio di documenti o certificazioni, spedizioni ed anche gestione di servizi vari.

A chi è rivolta un’agenzia disbrigo pratiche amministrative e che servizi eroga

Le agenzie disbrigo pratiche più complete si rivolgono alle aziende, ai liberi professionisti, ai comuni cittadini e perfino agli enti pubblici (Agenzia delle Entrate, INPS e così via). I servizi offerti sono puntuali e personalizzati in base alla pratica da concludere. Esistono anche agenzie specializzate in un determinato settore, per esempio quelle dedicate alle pratiche automobilistiche e nautiche, che si occupano della gestione delle tasse sui veicoli, dei trapassi di proprietà, del PRA e molte altre questioni. Altri ambiti di interesse sono i servizi per la casa (assicurazioni, catasto), quelli turistici (come visti internazionali e rapporti con i consolati), i servizi di import-export per industrie (permessi, logistica).

Servizi alle aziende e ai professionisti

I servizi offerti alle aziende sono innumerevoli, tuttavia i principali sono:

  • gestione delle variazioni dei poteri del Consiglio di Amministrazione dell’impresa
  • trasferimenti delle sedi legali
  • sequestri e pignoramenti
  • versamenti del capitale sociale
  • iscrizione nel Registro delle imprese, ed eventuale cancellazione
  • scioglimento di società e gestione delle liquidazioni
  • gestione partite IVA (apertura, modifica, eventuale chiusura)
  • richieste di certificati di vario tipo.

I servizi sopra citati sono spesso proposti anche ai liberi professionisti. Invece, tra quelli più specificamente dedicati a loro troviamo:

  • nomine di amministratori, ed eventuale loro cessazione
  • cambiamento del codice fiscale e/o della residenza anagrafica
  • iscrizione delle ditte individuali al Registro delle imprese, loro gestione ed eventuale cancellazione
  • registrazioni di marchi a livello nazionale e della PEC (Posta Elettronica Certificata)
  • denuncia di inizio attività, ed eventuale sua cessazione
  • registrazione dei contratti di locazione e di altri tipi.

Gli avvocati , ad esempio, possono rivolgersi alle agenzie per richiedere copie di atti e sentenze; i commercialisti per delegare l’espletamento di pratiche con la Camera di Commercio.

Servizi ai privati

Puoi usufruire della comodità di un’agenzia disbrigo pratiche anche se non sei un libero professionista né sei titolare di un’impresa. Ecco i servizi più comuni dedicati ai cittadini:

  • richieste di cittadinanza e permessi di soggiorno
  • visure catastali
  • rinnovo del passaporto, o rilascio di uno nuovo
  • copie di atti e sentenze giudiziarie (in ambito penale, civile e fallimentare)
  • certificati di vario tipo rilasciati dal Comune (come lo stato di famiglia, il certificato dell’anagrafe, certificato di morte e così via)
  • gestione delle utenze del gas e dell’elettricità (soprattutto Enel).

Come aprire una propria agenzia, requisiti personali e amministrativi

Per poter aprire la tua agenzia disbrigo pratiche devi avere determinati requisiti personali. In primo luogo, dovresti possedere una conoscenza approfondita delle procedure della Pubblica Amministrazione. Anche delle adeguate competenze di contabilità sono indispensabili, sia per gestire gli affari della tua attività sia per trattare con enti pubblici come Agenzia delle Entrate, Corte dei Conti o INPS. Perciò, anche se ufficialmente non sono richiesti particolari titoli di studio, una buona preparazione in materie economiche o giuridiche è sicuramente consigliabile.

Titoli di studio e requisiti

Per quanto riguarda il titolo di studio da possedere , la legge non prevede delle qualifiche specifiche ma è consigliabile un diploma in Ragioneria o una laurea in Economia o Giurisprudenza (a seconda del tipo di servizi che vuoi offrire). Riguardo alla procedura da seguire per dare inizio alla tua agenzia, la prima cosa da fare è aprire una tua partita IVA. Subito dopo devi scegliere il locale in cui avrà sede l’attività, che dovrà rispettare le norme edilizie, igienico-sanitarie e relative alla sicurezza (numero di estintori, posizione delle uscite di sicurezza e altro). Fatto questo, dovrai andare al Comune in cui lavorerai e richiedere la licenza pubblica dedicata.

A questo punto riceverai un modulo da riempire con tutte le informazioni sull’agenzia che vuoi aprire. Insieme a questo modulo, dovrai presentare in Comune: una dichiarazione di inizio attività; una planimetria degli uffici che ospiteranno l’agenzia (in scala 1:100); un registro di affari numerato; due copie del tariffario dei propri compensi (di cui uno con marca da bollo che sarà ben visibile in agenzia); una dichiarazione sostitutiva della certificazione antimafia. Una volta consegnati questi documenti, dovrai aspettare circa 30 giorni lavorativi per ottenere l’autorizzazione da parte del Comune. Dopodiché potrai iniziare a lavorare.

Documento inizio attività

Il documento di inizio attività da preparare deve contenere:

  • l’attività che si intende iniziare;
  • dichiarazione di idoneità dei locali sotto un profilo igienico sanitario, edilizio, urbanistico e di sicurezza, il non aver riportato condanne penali né di essere in qualsiasi situazione che ti impedisca l’esercizio dell’attività;
  • una planimetria dei locali in scala 1:100;
  • un tariffario dei compensi in duplice copia di cui uno in bollo da vidimare ed esporre nei locali;
  • un registro degli affari numerato e una dichiarazione sostitutiva di certificazione antimafia.

Evoluzione e formazione

L’evoluzione in senso tecnologico di questo lavoro, ha reso necessaria anche la conoscenza di diversi ambiti come il marketing e in particolare l’aspetto telematico.

Molte pratiche, infatti, oramai si trasmettono per via telematica. E’ il caso di pratiche e pagamenti IVA e dichiarazioni dei redditi da presentare all’Agenzia delle Entrate e di pratiche d’iscrizione, cancellazione, variazione di aziende e deposito atti, da presentare alla Camera di Commercio.

La formazione e la riqualificazione professionale degli operatori del disbrigo pratiche avviene, per le agenzie associate , tramite queste associazioni di categoria, che organizzano corsi su: firma digitale; posta elettronica certificata; registro Imprese e diritto societario ecc.

Costi di apertura di un’agenzia di disbrigo pratiche

Come indicazione di massima, si può dire che per aprire la tua agenzia disbrigo pratiche dovrai investire circa dai 20.000 ai 30.000 euro, ma i fattori che influenzano questa cifra sono diversi e variabili. Ad esempio, le caratteristiche del locale scelto sono determinanti: se è di proprietà non dovrai pagare affitto o mutuo e risparmierai parecchio denaro.

Le dimensioni dell’ambiente incidono sul costo, così come le sue condizioni: se è necessaria una ristrutturazione dovrai tenere conto anche di questo, e spenderai una cifra proporzionale all’importanza degli interventi da fare. Ad esempio, gli interventi strutturali sono di gran lunga i più costosi, perché il lavoro che richiedono è lungo e complesso. Invece, se devi solo riverniciare le pareti spenderai molto meno. Se vuoi aprire un’agenzia che proponga molti servizi diversi, potresti aver bisogno di assumere degli impiegati: in questo caso dovrai considerare anche i loro stipendi e le relative tasse.

Un’altra voce di questa lista riguarda gli strumenti di lavoro, ossia computer, software gestionali, stampanti, telefoni e una buona connessione internet (senza la quale lavorare sarebbe impossibile, perché sempre più enti pubblici sbrigano le proprie questioni per via digitale). Se necessiti di un corso di formazione prima di metterti all’opera, dovrai aggiungere circa €3000 al tuo investimento. È meglio non andare a risparmio in questo ambito, perché un corso a basso prezzo potrebbe non essere riconosciuto per l’esercizio dell’attività, quindi scegli attentamente la formazione che fa al caso tuo.

Agenzia disbrigo pratiche in franchising

Invece, se vorresti aprire un’agenzia spendendo una cifra inferiore, una buona soluzione è il franchising: con questo metodo possono essere sufficienti €5-10.000. Tuttavia dovrai rispettare le istruzioni di lavoro fornite dal marchio (perciò non avrai la stessa libertà decisionale di un’agenzia indipendente).

Inoltre, come avviene nei franchising di qualunque settore, la catena tratterrà per sé una parte dei profitti. Il Ministero dello Sviluppo Economico offre diversi incentivi per le nuove imprese e le start-up, che prevedono agevolazioni vantaggiose. Anche le agenzie di disbrigo pratiche sono interessate, poiché sono attività che erogano servizi. Se vuoi saperne di più visita questo sito.

Un decreto del 1931 stabiliva che per avviare un’agenzia disbrigo pratiche amministrative era necessaria la licenza di pubblica sicurezza rilasciata dalla Questura.

Oggi questa autorizzazione è stata sostituita dalla semplice denuncia di inizio attività da presentare al Comune in cui ha sede l’impresa.

agenzia disbrigo pratiche

Formazione ed associazione

Si tratta di una professione che deve aggiornarsi in rapporto al mutamento delle leggi. In particolare con la digitalizzazione della burocrazia, è diminuito il lavoro cartaceo ed è aumentato quello telematico.

Questo non vuol dire che siano diminuite le offerte di servizi da offrire a cittadini, imprese e liberi professionisti, anzi è aumentata la necessità di competenze specifiche in ambito digitale. Non si hanno notizie precise sulla diffusione di queste imprese sul territorio nazionale, perché, si tratta, appunto, di aziende che non hanno ancora avuto un preciso riconoscimento giuridico.

L’associazione di categoria che raggruppa questo tipo di agenzie che risolvono i problemi del cittadino con la burocrazia, si chiama Unappa (Associazione nazionale, professionisti pratiche amministrative) che ha sede a Milano. Quest’associazione tutela gli interessi delle agenzie associate, sparse in tutto il territorio nazionale.

CATEGORIES
Share This

Commenti