Bollette di luce e gas in ribasso: ecco i risparmi previsti per le famiglie

Dal 1° aprile le bollette di luce e gas saranno meno onerose. Ecco i risparmi previsti per le famiglie italiane

Le bollette di luce e gas si abbassano notevolmente nel secondo trimestre 2020, garantendo risparmi alle famiglie italiane. Il calo dei prezzi delle materie prime e la situazione di emergenza Coronavirus hanno comportato il ribasso delle bollette in questione. Dal 1° aprile garantiti i risparmi, ad affermarlo la stessa Arera. Vediamo di cosa si tratta.


Bollette di luce e gas in ribasso

Bollette

Finalmente arriva una buona notizia. L’Arera, Autorità di regolazione per Energia Reti Ambiente ha annunciato il calo delle bollette di luce e gas nel corso del secondo trimestre 2020. Dal 1° aprile le famiglie italiane potranno contare su notevoli risparmi in fattura. Una notizia che sicuramente ci rallegra, in questa situazione critica di emergenza sanitaria ed economica che stiamo vivendo da ormai diverso tempo. Le basse quotazioni relative le materie prime, il calo dei consumi dovuto alla crisi Coronavirus e una stabilità nel fabbisogno degli oneri generali di sistema, hanno portato al ribasso di tali bollette. In particolare si ha la riduzione del -18,3% per l’energia elettrica ed il – 13,5% per il gas. Fatture più leggere che sicuramente aiutano le tante famiglie e soggetti colpiti dalle conseguenze del Coronavirus.

Quanto risparmieranno gli italiani?

Dal 1° aprile arrivano importanti ed utili risparmi in bolletta, a causa del ribasso del valore delle materie prime di elettricità e gas. Una notizia che rassicura le famiglie, costrette a rimanere chiuse in casa, a sospendere le attività lavorative ed a combattere contro la diffusione del Coronavirus. Un -18,3% per le bollette dell’energia elettrica e -13,5% per quelle del gas. Alla luce di ciò, quanto effettivamente risparmieranno le famiglie italiane? Una revisione generale dei prezzi porterà la spesa dell’elettricità per famiglia-tipo a 521 euro, nel periodo compreso tra il 1° luglio 2019 ed il 30 giugno 2020, registrando una variazione pari a -7,9% rispetto ai 12 mesi equivalenti nell’anno precedente. Dunque, il risparmio per famiglia, relativo alle bollette di energia elettrica è di circa 45 euro l’anno. Per quanto riguarda la spesa sul gas nel medesimo periodo di riferimento, la spesa per famiglia tipo sarà di 1.019 euro, con scarto del – 12% ed un risparmio di circa 139 euro all’anno. Il risparmio complessivo di luce e gas per le famiglie ammonterà a circa 184 euro all’anno.

Come vengono aggiornate le tariffe relative le bollette?

Le tariffe delle varie bollette, sono fissate e calcolate dall’Arera ogni tre mesi, in riferimento ai movimenti delle materie prime, al loro costo ed alle aspettative per il futuro. Nella situazione di emergenza sanitaria da Coronavirus che sta interessando tutto il mondo, il prezzo del petrolio è calato non appena il virus ha cominciato a fare la sua corsa per il mondo. Questo anche perché c’è stata minor richiesta di petrolio, sia perché tante fabbriche hanno fermato la loro produzione, sia perché molti governi hanno limitato gli spostamenti sul territorio dei mezzi di trasporto. Una generale situazione di fermo, che ha fatto crollare le quotazioni in borsa. Lo scenario non sembra volersi riprendere in tempi abbastanza brevi, per tale motivo il prezzo di energia e del petrolio non aumenteranno nell’immediato futuro.

Le riduzioni sulle bollette erano già in conto

La stessa Arera, già ad inizio anno aveva previsto un ribasso delle bollette di energia elettrica (-5,4%) rispetto al periodo di riferimento di ottobre-dicembre 2019. Dall’altra parte, per il gas era stato previsto un aumento pari a +0,8%. Con l’arrivo dell’emergenza da Coronavirus il calo è stato maggiore sia per la luce che per il gas. In piena emergenza Covid 19 bisogna continuare a garantire i servizi essenziali, come afferma il Presidente dell’Arera Stefano Besseghini, mentre i cittadini devono comunque contribuire e continuare con il normale versamento dei pagamenti, in maniera tale da non intaccare più di tanto il sistema messo a dura prova dalla crisi in atto. Vedremo come la situazione si evolverà nelle prossime settimane, intanto godiamoci il fatto di dover pagare meno nei prossimi mesi.



CATEGORIES
TAGS
Share This

Commenti

Wordpress (1)
  • mauro Annese 6 mesi

    I conti sono fasulli dato che il costo della bolletta è per il 65% dovuto a aggi fissi e tasse e una minima parte per il vero costo della materia prima. Basta leggere una bolletta qualunque. Intanto si cominci a levare l’IVA sulle tasse , come mai non è mai stato fatto?