Bonus 600 euro e voucher baby sitter: la procedura per inoltrare la domanda

La procedura Inps semplificata per accedere alle misure previste dal decreto Cura Italia, come il bonus da 600 euro ed i voucher baby sitter

L’Inps rende nota la procedura semplificata per consentire l’invio e la richiesta di determinate misure a favore dei cittadini. Si tratta di una semplificazione per facilitare ed incentivare l’utilizzo dei servizi online messi a disposizione dei cittadini. Vediamo come e quando poter inviare la domanda per il bonus 600 euro e voucher baby sitter.


Bonus 600 euro e la procedura semplificata dell’Inps

bonus

L’Inps, attraverso la circolare n. 1381 del 2020, ha reso noto l’avvio di una procedura semplificata per l’invio delle domande relative alcune misure previste dal decreto Cura Italia. In arrivo un nuovo PIN semplificato, con cui sarà possibile avere accesso a determinati servizi online. Ad esempio, i professionisti non iscritti agli ordini, i collaboratori in gestione separata, gli artigiani, i commercianti, i coltivatori diretti, i coloni e mezzadri, gli stagionali occupati nel settore turistico e stabilimenti termali, i lavoratori nel settore dello spettacolo, ed i lavoratori agricoli, possono richiedere in maniera semplificata, il bonus da 600 euro relativo al mese di marzo. Procedura semplificata anche per la richiesta del voucher baby sitter.

La semplificazione delle procedure burocratiche

In emergenza Coronavirus, la cosa importante è rimanere a casa ed evitare il più possibile gli spostamenti. Per questo motivo sono tanti i servizi online messi a disposizione dei cittadini dai vari enti, come ad esempio l’Inps. Fino ad oggi, per poter accedere ad una serie di servizi Inps, bisognava avere a disposizione il Pin dispositivo. Per richiederlo occorrevano differenti passaggi. Prima di tutto bisognava fare richiesta sull’apposito portale o attraverso il servizio di Contact Center. In questo modo veniva subito inviato sulla mail o tramite sms il codice. A questo codice andavano aggiunte altre 8 cifre, che l’Inps inviava in un secondo momento tramite posta ordinaria.

Oggi, tutto questo meccanismo si semplifica notevolmente, saltando tutte queste lunghe procedure burocratiche. L’accesso ai servizi online ora è possibile grazie al PIN semplificato, che si può richiedere in maniera immediata accedendo al sito Inps, oppure chiamando il contact center al numero verde 803164 o al numero 06164164.

Bonus 600 euro, voucher baby sitter e misure previste nel decreto

Ricordiamo, che per ora, la procedura semplificata di invio e richiesta delle domande, riguarda solo le misure previste dal decreto Cura Italia. In particolare ci riferiamo a:

  • l’indennità per i professionisti e lavoratori con rapporto di collaborazione coordinata e continuativa, che siano iscritti alla gestione separata Inps;
  • indennità lavoratori autonomi iscritti alle gestioni speciali dell’AGO;
  • l’indennità per i lavoratori stagionali nel settore turistico e degli stabilimenti termali;
  • indennità per i lavoratori dello spettacolo;
  • l’indennità per i lavoratori nel settore agricolo;
  • il bonus per il servizio di baby sitter.

Dunque, la procedura semplificata con il nuovo PIN, vale per la richiesta di queste particolari tipologie di indennità, introdotte dal decreto Cura Italia, nella lotta al Coronavirus.

Il via alle domande e nuove semplificazioni in arrivo

L’invio delle domande sarà possibile già a partire dall’inizio della prossima settimana. Si parte dunque per avere accesso alle misure studiate dal Governo a sostegno di particolari categorie di lavoratori e professionisti, colpiti dalla crisi economica che il Coronavirus ha inevitabilmente portato. Tuttavia, se la procedura di semplificazione di accesso al portale Inps, vale solo per le categorie previste dal decreto, fa sapere Pasquale Tridico, che l’Inps sta lavorando per semplificare la burocrazia e l’accesso ai servizi semplificati per tutti i cittadini. In fondo è proprio questo l’obbiettivo, quello di arrivare ad una facilitazione generale del sistema burocratico. Intanto, non si escludono nuove misure emanate nei prossimi decreti, con lo scopo di andare a sostenere ed aiutare imprese, famiglie, lavoratori e tutte le realtà in crisi a causa del Coronavirus. La situazione resta sicuramente molto tesa, ma bisogna collaborare e cercare di venirne fuori il prima possibile. Intanto già si pensa al post-Coronavirus e alle modalità per far ripartire l’economia italiana.

CATEGORIES
TAGS
Share This

Commenti