Coronavirus: il nuovo modulo di autocertificazione agli spostamenti

Arriva il nuovo modello di autocertificazione agli spostamenti, aggiornato al 23 marzo 2020. Più diciture ed informazioni importanti

A seguito della nuova ordinanza del Ministero degli Interni il modello di autocertificazione è stato modificato e lo troverete in questo articolo aggiornato. Nuovo Modello Autocertificazione.


Dopo l’ultimo decreto firmato dal premier Conte qualche giorno fa, cambia nuovamente il modello di autocertificazione agli spostamenti. Nuove regole e soprattutto nuove diciture che compaiono sul documento in questione, necessario per effettuare eventuali ed inevitabili spostamenti sul territorio, in questo periodo di emergenza Coronavirus.

Coronavirus: arriva il nuovo modello di autocertificazione

aiuti alle famiglie coronavirus

Dopo il decreto del 22 marzo 2020 firmato dal Premier Conte, contenente nuove misure per la lotta al Coronavirus, arriva un nuovo modello di autocertificazione agli spostamenti. Si tratta, come ormai ben sapete, di un documento indispensabile per spostarsi sul territorio, da esibire alle forze dell’ordine in caso di controllo. Dunque, cambia nuovamente l’autocertificazione (questa è la terza versione), il tutto previsto da una circolare che Franco Gabrielli, il capo della Polizia ha inviato ai prefetti, in vista delle nuove disposizioni Coronavirus presenti dal decreto 22 marzo, pubblicato poi in Gazzetta Ufficiale. Per gli spostamenti inevitabili è necessario munirsi dell’autocertificazione, anche nel caso di spostamenti a piedi da una parte all’altra del Comune di residenza o domicilio.

Ecco il modello di auto certificazione in PDF da scaricare e compilare:

Se non avete stampanti a casa, il documento può essere ricopiato a mano su un foglio semplice. Se lo dimenticate a casa, potete fare una dichiarazione oralmente. La Polizia verificherà la veridicità o meno di quanto avete dichiarato.

Ulteriori diciture sul nuovo modello di autocertificazione

Siamo arrivati alla terza versione del documento di autocertificazione agli spostamenti, aggiornato al 23 marzo 2020. In seguito al nuovo decreto emanato dal Governo, per cercare di contenere e sconfiggere il Coronavirus, si è reso necessario un ulteriore documento per autorizzare gli spostamenti. Resta confermata la regola numero uno, ossia quella di restare a casa e di uscire solo per necessità comprovate. Infatti, gli spostamenti sono possibili solo per motivi di lavoro, di salute e di necessità (come ad esempio andare a fare la spesa). Il nuovo modello di autocertificazione, contiene al suo interno ulteriori diciture, in aggiunta a quelle già previste. Oltre a dichiarare di non essere sottoposti a nessuna misura di quarantena, di non aver contratto il Covid19 o essere stati in contatto con persone infettate, bisogna indicare anche l’indirizzo da cui è incominciato lo spostamento e l’indirizzo di destinazione.

Inoltre, bisogna riportare oltre alla propria residenza, anche il domicilio. Il modello di autocertificazione si completa e si arricchisce sempre di più di nuove diciture, riportanti informazioni rilevanti.

Coronavirus ed i motivi degli spostamenti

Continua a valere la regola basilare, che ancora non tutti hanno compreso. Restare a casa. Bisogna restare nelle proprie abitazioni il più possibile, ed uscire solo per necessità comprovate. Il Coronavirus viaggia attraverso le persone, e si trasmette con estrema facilità da un individuo all’altro. Senza medicine e vaccini, l’unico modo per fermare il diffondersi di questa pandemia è restare nelle proprie abitazioni. Gli spostamenti sono possibili, tramite il modello di autocertificazione compilato e firmato, solo per particolari motivazioni: lavoro, salute e necessità. Nel nuovo documento di autocertificazione, la dicitura “assoluta urgenza”, va a sostituire la vecchia dicitura “rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza”. Ricordiamo che non valgono foto o formati PDF del documento stesso, in quanto deve essere firmato anche dalle forze dell’ordine.

In arrivo controlli più ferrei

Controlli più ferrei su tutto il territorio nazionale, per evitare assembramenti e spostamenti inutili. Ad oggi sono state davvero tante le segnalazioni e le denunce per soggetti che hanno presentato delle autocertificazioni false, segnale che ancora troppe persone non hanno ben compreso la gravità di questo Coronavirus, non solo in Italia ma nel mondo. Il Governo ha così deciso di incrementare i controlli sulle strade, ma anche nelle stazioni ed aeroporti. Bisogna punire chi trasgredisce e non rispetta le norme emanate, sia con multe che non il carcere. Sbuca la possibilità di inasprire le sanzioni, con multe che possono arrivare a 2 mila euro. Che stiano attenti i tanti furbetti, perché rischiano grosso.

Intanto i contagi in Italia sono ancora molti, con altrettanti morti. Il nostro Paese risulta essere quello con il maggior numero di vittime, superando persino la Cina. Collaboriamo tutti e rispettiamo le regole, solo in questo modo potremo sperare di uscire da questa emergenza sanitaria il prima possibile.



CATEGORIES
TAGS
Share This

Commenti

Wordpress (0)