Il periodo migliore per inviare il curriculum? Non esiste

Il periodo migliore per inviare il curriculum vitae è tutto l'anno. Ecco alcuni consigli utili da seguire per essere notato dai recruiter

Quando si è alla ricerca di un lavoro spesso ci si chiede quale sia il periodo migliore dell’anno per mandare il curriculum. Beh, non esiste. O meglio, possiamo a ragione sostenere che non c’è in linea generale un mese migliore di un altro, o una stagione migliore di un’altra per mandare il curriculum alle aziende. E’ anche vero però che un momento più utile può esistere, ad esempio cerchi un lavoro stagionale di qualsiasi tipo. Ma se tralasciamo i casi specifici, è buona norma considerare tutto l’anno per mandare il curriculum alle aziende con posizioni aperte al loro interno, senza tra l’altro trascurare eventuali candidature spontanee.


Curriculum Vitae: il periodo migliore per inviarlo non esiste

migliorare il cv

Cercare lavoro è diventato un vero e proprio impegno. Non credere di inviare il tuo CV per essere immediatamente contattato dall’azienda. Sarebbe una cosa difficile e molto improbabile. C’è gente che impiega mesi per ottenere un colloquio di lavoro. Soprattutto negli ultimi tempi, con l’incremento esponenziale della concorrenza, trovare un’occupazione diventa un “terno all’otto”. Bada bene, questo non deve scoraggiarti, anzi deve motivarti ancora di più.

Sicuramente non è facile ottenere nell’immediato un posto di lavoro, ma non è neanche una “mission impossible”. Se ti sei chiesto, quale sia il periodo dell’anno migliore per inviare le tue candidature, sappi che questo non esiste. La regola principale è quella di non limitare l’invio del tuo curriculum vitae solo a determinati periodi dell’anno. Fare questo ti comporterà delle limitazioni che non puoi assolutamente permetterti, considerando che ci sono tanti che come te sono alla ricerca di un lavoro. Ovviamente esistono delle eccezioni da dover tenere a mente. Ad esempio, se stai cercando un lavoro stagionale che ti consenta di lavorare nel periodo estivo, il periodo giusto per inviare le candidature c’è, ossia prima che inizi la stagione turistica.

Come cercare lavoro

Il mondo del lavoro è una realtà dinamica che cambia e si evolve in maniera molto veloce. Anche le modalità di incontro tra domanda ed offerta, sono mutate nel corso del tempo, aprendosi al digitale. Se le vecchie generazioni usavano recarsi di persona presso le aziende, consegnando a mano il proprio curriculum, oggi non funziona più così. Attualmente il canale migliore per cercare un’occupazione professionale è il web. Qui è possibile trovare tutti gli annunci di lavoro, pubblicati periodicamente dalle varie aziende, alla ricerca di nuovo personale.

Ed ancora, sempre sul web è possibile candidarsi alle posizioni aperte o inviare un’autocandidatura. Tutto si muove sul digitale, dandoti la concreta possibilità di condurre la ricerca quando vuoi. Non hai più limitazioni orarie, nel senso che a differenza di quando si consegnava il curriculum vitae a mano, ora puoi inviarlo anche durante gli orari e giorni di chiusura aziendale. Un aspetto positivo, considerando l’altissimo tasso di concorrenza che c’è sul mercato. Non sei l’unico ad aver bisogno di un lavoro, sei solo uno tra tanti che spera di essere preso in considerazione dalle aziende. Proprio per questo, hai bisogno di una strategia vincente, che possa metterti in risalto agli occhi dei recruiter.

Invia il curriculum vitae con costanza e determinazione

ricerca lavoro

Non ti scoraggiare se hai inviato un sacco di candidature ma non hai ricevuto alcuna risposta. Fa parte del “gioco”. Pensa che ogni giorno i recruiter ricevono tantissimi Cv e la maggior parte di questi vengono subito cestinati se non scritti e presentati nel migliore dei modi. Gli addetti al personale non hanno a disposizione molto tempo per analizzare attentamente tutti i curriculum che arrivano in azienda. Prenderanno in considerazione solo quelli più rilevanti. Questo meccanismo che potrebbe sembrarti ingiusto, non deve assolutamente scoraggiarti o farti perdere le speranze.

Quando si dice che “cercare un lavoro è diventato un lavoro”, ecco, potremmo aggiungere un “purtroppo”, ma l’espressione è corretta. Non è solo il lavoro a richiedere delle competenze e del tempo da dedicargli, la stessa cosa ormai vale per la sua ricerca, sia quando un impiego lo si ha già e lo si vuole cambiare, sia quando il tentativo è quello di uscire dallo stato di disoccupazione. Quando si lavora, lo si fa tutti i giorni; quindi, anche quando un lavoro lo si cerca bisogna agire nello stesso identico modo. Certo è stancante, snervante; non ricevere risposte magari per mesi fa arrabbiare e quasi mai si riesce a comprenderne la motivazione, ma se mandare il curriculum crea una possibilità su un numero x di essere chiamati per un colloquio, non farlo preclude anche quella possibilità. Inoltre, non è  detto che spedendo un cv ad un’azienda nel “periodo migliore” per quest’ultima essa vi chiami. Puntare sulla qualità va benissimo, ma non disdegnate assolutamente la quantità. Appunto, informarsi è bene, insistere è meglio.

Fai attenzione a come ti presenti alle aziende

Il personal branding, ossia presentarsi nel miglior modo possibile alle aziende, è una strategia di notevole importanza. Il primo passo per una buona e vincente strategia di personal branding è quello di scrivere un ottimo curriculum vitae. Questo non è semplicemente un pezzo di carta, ma è il tuo “passaporto” per il mondo del lavoro. E’ una sorta di carta d’identità professionale che ti potrà aprire o chiudere tante porte, a seconda di come si struttura. Devi saperti vendere alle aziende, mostrare tutte le tue competenze, conoscenze, punti di forza, esperienze e potenzialità. Ecco perchè devi fare davvero tanta attenzione quando invii alle aziende il tuo CV. Questo deve essere sempre aggiornato, sintetico e preciso. Non presentare mai ai recruiter un documento di 10 pagine in cui parli di te e della tua storia professionale. Sarai subito cestinato, in quanto nessuno ha il tempo e la pazienza di considerare curriculum molto lunghi. Sintesi e precisione restano delle qualità molto premiate.

Scrivi un efficace curriculum vitae

cv

Quando scrivi il tuo curriculum sii sincero e non mentire. Non fare l’errore più comune, quello di inserire all’interno del documento conoscenze e competenze che in realtà non possiedi. In fase di colloquio i recruiter testeranno le tue conoscenze e se hai in qualche modo “gonfiato” il tuo Cv, se ne accorgeranno immediatamente. Fai attenzione anche ai refusi ed eventuali errori grammaticali o di sintassi. A nessuna azienda piacerà leggere un curriculum pieno di imperfezioni. Allo stesso tempo cerca di personalizzare il CV, scegliendo un carattere particolare, in grado di attirare l’attenzione (ma non eccedere troppo). Non dimenticarti di inserire una tua foto recente. Altro consiglio importante è quello di adattare il curriculum vitae ad ogni offerta di lavoro a cui decidi di candidarti. Non dimenticarti di scrivere una lettera di presentazione, che ti rappresenti nel migliore dei modo, meglio se ne hai anche una versione in inglese.

La ricerca di lavoro non è semplice ma neanche qualcosa di impossibile a cui dover rinunciare. La grinta, la determinazione, la sicurezza in te stesso sono alcune delle carte vincenti che non devi mai dimenticare di giocare.

Cerchi un nuovo lavoro?

Per avere sempre offerte di lavoro reali e verificate nella tua casella email in linea con le tue esigenze, registrati su Euspert Bianco Lavoro selezionando la tua zona e categoria di interesse (il servizio è completamente gratuito):

SI, voglio offerte di lavoro



CATEGORIES
Share This

Commenti

Wordpress (0)