Lavoro post Coronavirus in Veneto: verso una lenta e progressiva ripresa

I dati sul lavoro post Coronavirus elaborati dall'Osservatorio Veneto Lavoro. Verso una lenta e progressiva ripartenza

La fine le lockdown e delle misure restrittive attuate dal Governo, contro la pandemia da Coronavirus, hanno permesso la riapertura delle attività economiche. In Veneto come in tutt’Italia, si cerca di guardare a quella che è la situazione lavoro post virus. Lentamente ci si avvia ad una progressiva ripresa, anche se durante il periodo di piena emergenza, il calo di occupazione è stato particolarmente evidente. Ecco i risultati emersi dal monitoraggio dell’Osservatorio Veneto Lavoro.


L’effetto del Coronavirus sul mondo del lavoro

La pandemia da Coronavirus ha avuto notevoli ripercussioni sul mercato del lavoro. In particolare, nell’arco di tempo compreso tra il 23 febbraio ed il 31 maggio 2020, in Veneto si è registrata la perdita di circa 61 mila posti di lavoro, rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Solamente a maggio, con l’allentamento delle misure restrittive anti contagio Covid-19, c’è stato un leggero miglioramento, con il recupero di parte dei posti di lavoro ed il relativo rallentamento della caduta dei posti di occupazione. Il calo è stato dovuto in buona parte al crollo delle assunzioni rispetto all’anno precedente. Nello specifico parliamo di un -55% in Veneto.

Lavoro e calo occupazionale

Ad aver avvertito la crisi sono stati particolari settori, mentre altri, come ad esempio quello alimentare, hanno persino aumentato la loro produzione in periodo di emergenza. Non è tutto, in quanto dal monitoraggio condotto dall’Osservatorio Veneto Lavoro, emerge che tutte le tipologie contrattuali sono state interessate alla dinamica negativa post Covid-19. In relazione allo stesso periodo 2019, si è registrato un -4.700 di contratti a tempo indeterminato; un -5.600 per i contratti di apprendistato; -50.800 in relazione ai contratti a termine. Negativi anche i dati relativi al lavoro somministrato ed il lavoro intermittente. Ulteriori dati in riferimento al territorio provinciale, ci indicano la perdita di circa 26 mila posti di lavoro a Venezia, oltre 17 mila posti di lavoro a Verona. Un calo del lavoro più contenuto si registra nelle altre province: Padova -5.600; Treviso – 4.900, Vicenza con – 4.200, Rovigo con – 1.200 posti di lavoro e – 800 a Belluno.

Effetti del Coronavirus sul turismo, edilizia, formazione ed agricoltura

Uno dei settori più interessato dalla crisi economica è quello del Turismo, con una riduzione in Veneto di circa 30 mila posti di lavoro, in relazione soprattutto alle occupazioni stagionali. Anche il settore dell’editoria e della formazione hanno registrato notevoli perdite. Diverso il trend in relazione alle costruzioni ed agricoltura, gli scorsi mesi hanno fatto registrare un incremento delle assunzioni, rispettivamente +19% e +7%. Segnali positivi anche nel settore tessile e manifatturiero, servizi di pulizia, commercio all’ingrosso ed al dettaglio. L’agricoltura, assieme ai servizi informatici, mostra un saldo positivo dall’inizio della pandemia, con un +1.161 posti di lavoro. Insomma, non tutti i settori hanno risentito allo stesso modo del Coronavirus. Nel mese di maggio il saldo occupazionale in Veneto è tornato positivo, con un + 1.437 posti di lavoro.

Verso la ripartenza e l’apertura dei Centri per l’impiego

Pian piano ci stiamo avviando verso una graduale ripartenza del Paese. Le riaperture non saranno certo facili ed immediate, tuttavia la fine del lockdown ha già fatto sentire i suoi effetti, con alcuni settori che hanno ripreso a lavorare senza grossi problemi. Ovviamente tutti i negozi dovranno rispettare le misure sulla sicurezza, per evitare una nuova ondata di contagi da Coronavirus. Intanto, in Veneto l’8 giugno hanno riaperto anche i Centri per l’Impiego. Per salvaguardare la salute di tutti, l’accesso agli sportelli sarà concesso solo per appuntamento. Restano comunque attivi i principali servizi online, come ad esempio la possibilità di inserire ed aggiornare autonomamente il proprio Cv, consultare e candidarsi alle varie offerte di lavoro e tanto altro ancora. Guardare al futuro con speranza e positività è importantissimo soprattutto in questo particolare e delicato periodo che stiamo vivendo.

Cerchi un nuovo lavoro?

Per avere sempre offerte di lavoro reali e verificate nella tua casella email in linea con le tue esigenze, registrati su Euspert Bianco Lavoro selezionando la tua zona e categoria di interesse (il servizio è completamente gratuito):

SI, voglio offerte di lavoro



CATEGORIES
TAGS
Share This

Commenti

Wordpress (0)