Aprire un allevamento di lumache: costi, guadagni e kit supporto finanziamenti

Tutte le info per allevare lumache e guadagnare. Cosa serve, come fare, quanto costa e come ottenere finanziamenti

Aprire un allevamento di lumache (elicicoltura) non è un’attività molto comune. Nonostante ciò si tratta di un settore in forte crescita. In effetti, le lumache di terra sono molto richieste in quanto considerate non solo una prelibatezza gastronomica ma anche un alimento con importanti caratteristiche nutrizionali.


Cosa è l’elicicoltura

Le potenzialità di un allevamento di lumache, dunque, sono veramente alte e creare un’attività imprenditoriale in questo campo può rivelarsi un ottimo investimento. Si tratta, infatti, di un settore che garantisce buoni guadagni e non richiede particolari difficoltà. Il mercato relativo a quest’attività è, dunque, in continua crescita. L’interesse per la produzione in allevamento, infatti, è cresciuto molto negli ultimi anni. Il business mondiale delle chiocciole nel 2019 ha superato i 10 miliardi di Euro. Nonostante la crisi, dunque, il consumo di lumache continua a crescere di anno in anno.

lumache allevamento

Quando si parla di Elicicoltura si apre un argomento molto ampio di coltivazione specifica dei molluschi, questo termine significa avere a che fare con un allevamento di lumache. Se all’apparenza può sembrare un’attività come le altre, scavando più affondo si scopre che è un vero e proprio business dalle mille sfaccettature che riesce a garantire ottimi introiti sul mercato da diverse prospettive. Nei prossimi paragrafi ti forniremo tutte le informazioni dettagliate per comprendere meglio come avere un’attività di successo nel settore dell’allevamento di lumache e risponderemo alle domande principali per sciogliere ogni tuo dubbio.

Cenni generali sulle lumache

Sono sempre di più i giovani e gli esperti del settore agricolo che si rivolgono ad un’attività di elicicoltura, proprio perché questo settore è molto dinamico è può essere svolto a un livello amatoriale, come hobby, oppure ad un livello professionale, garantendo un guadagno anche alto, sta attirando sempre più imprenditori e appassionati.

La prima cosa da comprendere se vuoi aprire un allevamento di lumache, è che tutti i gasteropodi con il guscio vengono indicati con il termine di lumaca o limaccia, ma in senso stretto sono molluschi che non offrono alcun interesse commerciale e alimentare. Approfondendo in maniera più tecnica l’origine del nome e le caratteristiche di questi molluschi, per iniziare ad avere un riscontro economico in termini di guadagni e soprattutto in ambito alimentare, bisogna coltivare le chiocciole. Esistono tantissime specie ed è importante capire quali coltivare per ottenere un guadagno e aprire un’attività economica remunerativa.

lumache

Perché allevare lumache

Entriamo nel cuore della questione per rispondere alla domanda fondamentale sul perché intraprendere questo tipo di attività, tracciando una mappa concettuale al fine di ottenere un’analisi esaustiva sull’argomento. Se ami stare all’aria aperta, hai la passione per la coltivazione e ami la natura, la cucina e la cosmetica, l’elicicoltura può essere un ottimo hobby che ti regalerà tante soddisfazioni. Ma se vuoi intraprendere questo tipo di attività a livello economico e per ottenere un guadagno, in questo caso subentrano in gioco l’impegno, il sacrificio, la costanza nel lavoro e tutte le altre competenze specifiche che bisogna possedere per svolgere con successo un’attività agricola e aprire un’azienda in questo settore.

Ed ecco la risposta alla domanda fondamentale che ti sei posto: allevare chiocciole per un scopo commerciale può diventare un’ottima attività remunerativa, perché questi molluschi hanno ben tre utilizzi differenti che possono generare un guadagno. Questi utilizzi a livello economico, sono: le uova, la bava e la carne.

allevamento di lumache

Uova di chiocciola

Queste sono molto ricercate e pregiate, vendute ad un prezzo elevatissimo sul mercato culinario, sono anche conosciute con diversi appellativi come perle di Afrodite e caviale di lumaca e costituiscono un ingrediente innovativo nel settore gastronomico italiano. Nonostante rappresentino una novità assoluta, stanno già riscuotendo molto successo fra i migliori chef italiani. Il prezzo di vendita è molto elevato perché la coltivazione e la raccolta comportano un lungo processo lavorativo manuale, prestando particolare attenzione a non far sviluppare dall’uovo la chiocciola.

La bava di chiocciola

Probabilmente resterai sorpreso nel sapere che la bava di questi molluschi è una sostanza molto richiesta nel settore farmaceutico e cosmetico, in quanto è ricchissima di proprietà benefiche e curative. Nel settore farmaceutico è impiegata per le sue proprietà cicatrizzanti dovute all’allantonia. Nel settore cosmetico viene utilizzata in larga misura per realizzare unguenti e creme di bellezza, infatti possiede numerosi effetti rigeneranti per le cellule della pelle. La bava offre numerose proprietà benefiche al settore della cosmesi naturale, per questo anche in questo caso, è un ingrediente dal valore molto pregiato.

La carne di chiocciola

Come già accennato per le uova, anche la carne di chiocciola viene impiegata nel settore alimentare ed è molto apprezzata e ricercata. Come sicuramente già sai, è molto diffusa in Francia ma anche in Spagna, ma è entrata di diritto anche nei menu italiani ed è parte integrante della cucina tipica tradizionale di alcune regioni. Il motivo principale per cui dedicarsi all’elicicoltura, è che in Italia non viene soddisfatta la domanda interna ed è un prodotto principalmente importato. Per questo è un’ottima idea iniziare a coltivare chiocciole per il settore alimentare e potrebbe costituire un’eccellente opportunità di guadagno.

Ecco alcune ricette dei piatti più conosciuti e saporiti a base di carne di chiocciola.

  • Lumache al sugo.
  • Lumache alla ligure.
  • Lumache alla borgognona.
  • Lumache alla romana.
  • Lumache alla marocchina.
  • Lumache alla sarda.

Cosa serve per allevare lumache

Per avviare un allevamento di lumache hai bisogno innanzitutto di terreno che non deve essere argilloso. Questo perché un altro tipo di terra eviterà ristagni d’acqua, quindi tutte le altre tipologie sono idonee per avviare un’attività di elicicoltura. Molto importante è anche la pendenza, le zone pianeggianti consentono di allevare lumache in maniera più favorevole e produttiva, in ogni caso la pendenza del terreno non deve mai superare il 30%.

Un altro fattore fondamentale del terreno è che deve essere ben soleggiato e illuminato e deve possedere anche zone d’ombra, dove le chiocciole possano nutrirsi e idratarsi. Per quanto riguarda l’aspetto chimico, non deve presentare acidità e deve essere ricco di carbonato di calcio con una percentuale compresa fra il 4 e il 15% di calcare.

La grandezza del terreno da acquistare può variare da un appezzamento di piccole dimensioni che non supera i 1.000mq fino ad arrivare a grossi appezzamenti di terra che si estendono fino a 50.000mq. Questo fattore dipende dal tempo e dalle risorse che hai a disposizione, per iniziare la tua attività, il nostro consiglio è di partire con 5.000mq di terreno coltivabile, in questo modo i costi sono limitati, ma potrai ottenere comunque un guadagno iniziale importante se svolgerai un buon lavoro, seguendo le indicazioni che ti abbiamo fornito.

Un ultimo fattore necessario che è indispensabile per la tua attività di coltivazione di chiocciole, è sicuramente il clima. Devi garantire alle chiocciole un’esposizione solare ottimale con temperature mai troppo elevate e oltre i 30 gradi. Una volta superata questa soglia, le lumache corrono un rischio di disidratazione. Evita terreni che presentano una ventilazione eccessiva e opta per zone più riparate. Un’altra caratteristica necessaria è un terreno esposto a nord che garantisca zone d’ombra parziali più adeguate.

Dopo aver soddisfatto questi criteri necessari per avviare la tua attività, puoi passare al secondo step e acquistare le attrezzature agricole per iniziare il tuo allevamento di lumache: decespugliatori, zappe, badili e vanghe. Un motocoltivatore è sicuramente un attrezzo indispensabile per lavorare la terra, inoltre, è necessario acquistare materiali di recinzione come pali e reti per lumache. Per la conservazione ottimale dei prodotti finiti, sono indispensabili celle frigorifere e magazzini.

Dati generali sull’allevamento lumache

Le attività di allevamento di lumache costituiscono un business che in Italia ha un giro di affari di circa 290 milioni di euro l’anno, le aziende presenti sul territorio sono circa 870. Nel 2019 sono stati circa 500 gli ettari di territorio destinati a questo tipo di attività. In generale sono circa 8900 i lavoratori che operano in questo settore. Allevare lumache è un’attività che può diventare molto redditizia in quanto ha subito un fortissimo aumento dal 2010 al 2019 di circa il 320% dei consumi, anche i prezzi delle chiocciole all’ingrosso, sono aumentati mediamente da 3 a 5 euro.

fotoagri033-vi

L’elicicoltura è un settore ancora poco diffuso nel mondo dell’imprenditoria e questo perché spesso non si conoscono bene i possibili vantaggi o svantaggi ai quali si può andare incontro investendo in questo campo, ancora molto inesplorato. Innanzitutto, non si può improvvisarsi imprenditori da un giorno all’altro, ma è importante acquisire delle conoscenze approfondite in materia. Inoltre, per avviare un allevamento bisogna disporre di vasti terreni, idonei alla crescita di questi molluschi.

Periodo migliore ed habitat

Per avviare l’allevamento, all’inizio della primavera, vengono inserite nel terreno recintato le chiocciole fattrici, destinate ad accoppiarsi e riprodursi. Le nuove nate vanno poi nutrite per l’ingrasso, utilizzando vegetali completamente biologici, senza l’aggiunta di sostanze chimiche, quali bietola, cavolfiore, radicchio, broccoli. Inoltre alcuni vegetali come le foglie di insalata servono per permettere alle lumache di proteggersi dal troppo caldo in estate e dal freddo in inverno. È importante che le lumache vengano allevate all’aperto, in quanto per crescere hanno bisogno di luce, per cui è necessario utilizzare delle strutture protettive per salvaguardarle affinché non vengano attaccate da predatori, come roditori e uccelli.

Infine, è fondamentale pulire ed irrigare costantemente i terreni, in modo da ottenere un habitat in condizioni ottimali per lo sviluppo delle lumache. Tutte le informazioni sulle normative igieniche da rispettare, possono essere richieste presso le ASL regionali.

Un aspetto negativo è che, soprattutto all’inizio, il tasso di mortalità delle lumache è molto alto, infatti, ogni lumaca è in grado di produrre circa quaranta uova all’anno, delle quali però riusciranno a sopravviverne solo la metà. Esse potranno essere poi immesse sul mercato, una volta raggiunta l’età adulta, e cioè intorno ai due anni di vita.

Quali sono i requisiti di legge?

Avviare un’attività di allevamento di lumache richiede dei requisiti burocratici obbligatori per legge. Ecco quali sono nello specifico:

Quanto costa e quanto è possibile guadagnare?

I costi per avviare un’attività di allevamento di lumache sono variabili, ma in generale possono essere quantificati. Se ad esempio vuoi iniziare ad allevare lumache con un terreno di 5.000mq la spesa dell’investimento sarà intorno ai 12/16.000 euro totali (ammesso che il terreno tu lo abbia già a disposizione, altrimenti il costo lieviterà di molto per l’acquisto del terreno stesso) che verranno suddivisi così:

  • recinzioni e strutture – 3.000 euro;
  • preparazione e prodotti del terreno, acquisto di derattizzanti e disinfettanti – 1.500 euro;
  • acquisto di 24.000 chiocciole per la riproduzione – 5.000 euro;
  • costi vari di manodopera – 4.500 euro;
  • semina specializzata – 600 euro;
  • il resto del denaro potrà essere speso per varie eventualità e costi di gestione.

Per quanto riguarda i guadagni possibili, in media viene calcolato un ricavo lordo annuo di 24.000 – 26.000 per ogni 5.000 metri quadrati. È possibile massimizzare ulteriormente i guadagni quando si riesce ad arrivare al cliente finale con il prodotto finito.

Dove puoi ottenere ulteriori informazioni?

Se vuoi approfondire l’argomento perché hai deciso di avviare un allevamento di lumache, puoi ottenere ulteriori informazioni presso le seguenti pagine che ti consigliamo:

Ecco una semplice guida su tutto ciò che c’è da sapere per avviare un allevamento di lumache.

Kit di supporto per avviare l’attività di allevamento lumache e consulenza finanziamenti

allevamento lumache

Per incentivare l’elicicoltura molte regioni hanno stanziato degli aiuti pubblici, soprattutto per invogliare i giovani ad avviare attività imprenditoriali.

Ti consigliamo quindi di usufruire (per poche decine di euro di spesa) di un supporto per aprire un allevamento di lumache. In questo modo potrai avere info e consigli per ottenere finanziamenti, contributi a fondo perduto e agevolazioni pubbliche. Si tratta del Kit Creaimpresa: Come avviare un allevamento di lumache (da noi valutato e ritenuto veramente valido).