Decreto di aprile: dai bonus alla sospensione delle scadenze fiscali. Le misure al vaglio

Le misure che potrebbero comporre il decreto di aprile. Soluzioni per garantire un sostegno economico finanziario alle imprese, lavoratori e famiglie

Il Governo è al lavoro per studiare e perfezionare le misure da inserire nel decreto di aprile. Dai bonus, le misure a sostegno dei lavoratori e delle famiglie, a quelle di carattere economico finanziario, dalla sospensione delle scadenze fiscali, a quella delle sanzioni e tanto altro ancora. Ecco cosa potremmo trovare nel prossimo decreto.


Decreto di aprile e possibili novità fiscali

Coronavirus esercito

Il Governo sta lavorando al nuovo decreto di aprile, che conterrà oltre a nuove tipologie di misure, destinate alle realtà colpite dall’emergenza Coronavirus, anche agevolazioni di carattere fiscale ed economico, per supportare professionisti e lavoratori, che hanno risentito della crisi economica. Sono davvero tante le novità che molto probabilmente andranno a comporre il prossimo decreto. Ad esempio: l’ulteriore sospensione delle tasse, l’estensione dei bonus, la deroga sul bonus prima casa, lo stop alle sanzioni per chi ha pagato in ritardo, per ovvie cause di forza maggiore. Ed ancora, i bonus affitti estesi anche ad alberghi, studi professionali ed aziende varie, ma anche il miglioramento e l’incremento delle misure a favore delle famiglie. Insomma, le proposte non mancano, bisogna solo perfezionarle e rendere davvero efficaci.

Le novità fiscali nel decreto di aprile

Ricordiamo a tutti che stiamo parlando di un decreto che deve ancora essere pubblicato, attualmente in fase di lavorazione. Per tale motivo, oggi possiamo solo dare delle anticipazioni sulle possibili misure che andranno a comporre tale documento. Sicuramente nel nuovo decreto ci sarà un ulteriore proroga relativa alle scadenze fiscali, con un nuovo calendario. Non è tutto, in quanto il Mef, Ministero dell’Economia e delle Finanze, sta seriamente considerando l’idea di sospendere gli avvisi bonari. Ricorderete che il decreto Cura Italia aveva sospeso le cartelle esattoriali, tuttavia ci sono stati contribuenti a cui sono comunque arrivati gli avvisi del Fisco. Dunque ad aprile tale incongruenza dovrebbe essere risolta. Vi è poi la possibilità di far rientrare nei rimborsi del modello 730 anche i lavoratori che hanno perso il lavoro a causa delle restrizioni vigenti per contrastare il Coronavirus.

Misure fiscali e bonus affitti

Nel decreto di aprile si pensa all’estensione del bonus affitti e credito d’imposta anche agli immobili ad uso non abitativo. Questo significa che il credito d’imposta al 60% relativo all’importo del canone di locazione di marzo, ad oggi riservato solo a botteghe e negozi, potrebbe essere esteso anche a capannoni, alberghi e studi professionali. Altra ipotesi è quella di sospendere i canoni di locazione commerciali. Novità anche per il bonus prima casa con il blocco dei requisiti temporali, ossia:

  • possedere o stabilire la propria residenza nel Comune in cui si desidera comprare l’immobile, entro e non oltre i 18 mesi, per poter beneficiare di agevolazioni fiscali;
  • non aver acquistato su tutto il territorio nazionale delle abitazioni, usufruendo di agevolazioni. In caso contrario c’è la possibilità di vendere l’immobile entro 1 anno.

Queste le misure temporali che il Mef vuole sospendere nel decreto di aprile

Le misure a sostegno delle partite Iva e delle famiglie

Altra realtà particolarmente importante è quella relativa alle misure a sostegno dei professionisti e delle famiglie. Tutti sono stati colpiti dalla crisi economico-sanitaria da Coronavirus, per questo motivo bisogna creare misure efficaci e ben strutturate. Tra le proposte che andranno a caratterizzare il decreto di aprile, anche l’aumento del bonus destinato alle partite Iva e professionisti autonomi, facendolo passare da 600 ad 800 euro. Ed ancora, vanno migliorate le procedure di accesso a tale bonus e ad altre misure, come ad esempio la richiesta del bonus baby sitter, il congedo parentale straordinario. Di fatti ieri, il portale Inps è completamente andato in tilt, oltre ad aver registrato delle gravi lacune in fatto di sicurezza dei dati personali. Ed ancora, proroga della cassa integrazione in deroga e del reddito di emergenza. Previsti anche dei bonus per i lavoratori in nero, rimasti senza alcun tipo di reddito a causa del Coronavirus.



CATEGORIES
TAGS
Share This

Commenti

Wordpress (0)