Odio il mio lavoro, ma lo stipendio è ottimo

La soglia che discrimina lo scegliere un lavoro bello o uno pessimo è spesso economica. Ma a volte c’è anche altro, come ad esempio l’esperienza.

Forse alcuni, forse molti tra voi lo avranno pensato chissà quante volte: “Odio il mio lavoro, ma mi pagano bene”. Altri magari hanno un buon lavoro, ma con lo stipendio troppo basso. Ecco, è interessante chiedersi quale sia la soglia che, avendo la possibilità di scegliere, spinga da una parte o dall’altra.


stress da lavoro

Le statistiche parlano chiaro

Detto in parole povere: per quanti soldi vi sacrifichereste a fare un lavoro che odiate? Per quante migliaia di euro in più lascereste un buon lavoro per cimentarvi in un altro che proprio non vi piace? Secondo una ricerca quasi la metà degli americani, per un ammontare di circa 77 mila dollari (mica male), sarebbe disposto a lasciare il proprio lavoro per impegnarsi in un altro considerato “brutto e cattivo”.

Se è vero che negli Usa la media è 46 mila dollari, quindi stiamo parlando di quasi il doppio della cifra, è anche vero che lavorare odiando ciò che si fa porta scompensi non indifferenti sia sul lavoro stesso che nella vita privata. Di conseguenza le variabili da prendere in considerazione non sono solo quelle lavorative, ma ad esempio, anche quelle del tempo libero, della famiglia e via dicendo.

E’ pur vero che quasi raddoppiare uno stipendio di colpo annulla molti problemi. Però, c’è da pensare al lungo periodo, allo stress derivato dal fare continuamente ciò che non piace e, quindi, al se e quanto si possa resistere in queste determinate ed avverse condizioni. Non è infatti, questa, una situazione alla portata di tutti. Ci vuole molta resistenza allo stress, resilienza, un carattere calmo e “disinteressato”, altrimenti a breve si cede.

Perché scegliere un lavoro che si odia?

Una ragione c’è sempre, e come detto quasi sempre è economica. Ovvero si sceglie un lavoro peggiore di un altro, o addirittura si lascia quello precedente e amato, per un altro decisamente meno allettante, al puro scopo di guadagnare molto di più. Come non capire tutto questo? A volte però le ragioni sono altre.

Ad esempio l’acquisizione di skills ed esperienze che mai nella vita si sarebbe pensato di fare e che potrebbero risultare molto utili in futuro. Se tutto questo è vero, è facile comprendere come, tra uno stipendio di molto maggiore e la crescita professionale, la scelta di un lavoro non ottimale per se stessi resti comunque una di quelle plausibili, logiche, razionali, giuste.

Tornando però al discorso stress, va tenuto fortemente in considerazione il fatto che una simile scelta sia e forse debba essere necessariamente temporanea. E’ infatti pressoché impossibile resistere a forti stimoli negativi “per sempre”. Quindi bene il guadagnare molto di più e crescere professionalmente in ambiti da sfruttare in futuro, ma solo per un periodo di tempo limitato.

Una volta messo via un bel gruzzoletto (quindi niente macchinone nuove e feste costose tutte le sere), si può tornare tranquillamente alla vita precedente ricollocandosi in un posto di lavoro meno remunerativo ma più tranquillo e felice. Perché fare questo è chiaro. L’assenza di positività sul lavoro, influisce fortemente anche sulle proprie prestazioni. Il che vuol dire che se per un po’ si riesce a resistere e dare comunque molto, a lungo andare le performance inevitabilmente caleranno e di questo si accorgeranno tutti, capo compreso.

Una volta raggiunto il limite è necessario cambiare, anche perché se chi paga capisce che “non ce la fate più”, potrebbe essere il primo a volere che ve ne andiate e senza aspettare che abbiate un altro lavoro. Con voi se ne andrebbe, ovviamente, non solo la paga in più che caratterizza il lavoro che odiate ma che avete scelto proprio per i soldi, ma l’intero stipendio, lasciandovi così a zero. Un rischio assolutamente da non correre.

Cerchi un nuovo lavoro?

Per avere sempre offerte di lavoro reali e verificate nella tua casella email in linea con le tue esigenze, registrati su Euspert Bianco Lavoro selezionando la tua zona e categoria di interesse (il servizio è completamente gratuito):

SI, voglio offerte di lavoro

CATEGORIES
Share This