Aprire un bar in franchising, come fare e la lista dei migliori franchisor

Di seguito le opportunità per aprire un bar in franchising, le pratiche da seguire, i requisiti e i cinque migliori franchisor su cui puntare.

In questo contenuto scoprirai come aprire un bar in franchising. Ti descriveremo le opportunità in questo settore, le pratiche da seguire, i requisiti e concluderemo con una selezione dei cinque migliori franchisor.


Perché un bar?

aprire un bar in franchising

Se ti guardi intorno, vedrai che qualsiasi città o paese ha almeno un bar. Caffetterie, bar, pub o nuove tipologie di locali: ce ne sono davvero per tutti i gusti. Il bar è tradizionalmente un luogo di ritrovo, un posto dove consumare qualcosa rapidamente o trascorrere del tempo. Le sue molteplici funzioni ne fanno quindi un’idea per chi voglia aprire un’attività in proprio a contatto con il pubblico.

Che tipo di bar scegliere?

La tipologia di bar che potresti aprire dipende molto dalle tue preferenze. Di solito quando si parla di bar si intende un locale aperto per la maggior parte del giorno e in ore serali, fattore che permette di distinguerlo maggiormente da una caffetteria. Tuttavia, come vedrai anche nelle proposte di franchising che abbiamo raccolto per te, le tipologie di bar sono davvero molte. La scelta di come impostare il tuo bar dipenderà quindi anche dalle tue preferenze e dalla tua eventuale esperienza.

Potresti scegliere di aprire un bar incentrato soprattutto su una tipologia di offerta, come ad esempio un bar dedicato ai prodotti tipici di una certa regione, un bar classico o uno che proponga caffè, cocktail e prodotti frutto di una ricerca innovativa nel settore come ad esempio un bubble tea drink. Come potrai intuire, queste sono alcune delel idee che potresti sfruttare per aprire il tuo bar in franchising. Scopriamo però prima quali sono i requisiti e le pratiche burocratiche che dovrai rispettare.

I requisiti e le pratiche burocratiche

Aprire un bar non richiede che tu sia in possesso di un diploma specifico, anche se un attestato in questo settore potrebbe facilitarti, soprattutto se non hai un’esperienza specifica nel settore. Tieni presente che a volte i franchisor organizzano corsi di formazione e che potresti prendere in considerazione di seguire un corso dedicato ai baristi (l’offerta in questo settore è davvero vasta). Considera che per questo tipo di attività dovrai anche essere in possesso di un attestato HACCP, che potrai ottenere dopo aver frequentato un corso sul trattamento degli alimenti. Per quanto riguarda invece l’apertura del tuo locale, dovrai seguire questi passi:

  • Trovare il locale commerciale adatto
  • Aprire una partita IVA/una società
  • Inviare la comunicazione unica per l’inizio dell’attività all’Agenzia delle Entrate

Per quanto concerne lo spazio, un aspetto fondamentale da considerare sono i requisiti richiesti dall’azienda sanitaria locale. Ti consigliamo di rivolgerti a quella competente per la tua zona per conoscere eventuali prescrizioni specifiche in merito. Alcuni franchisor includono nella proposta di affiliazione una consulenza pre apertura, che talvolta include anche consigli pratici per trovare il locale adatto e spiegazioni delle procedure da seguire. In merito al locale alcuni prevedono il rispetto di caratteristiche minime, come ad esempio per quanto riguarda le dimensioni o la collocazione del futuro bar. In ogni caso ci si dovrà attenere al contratto di franchising che viene sottoposto.

Scegliere lo spazio

Come ti abbiamo anticipato, non esiste un solo tipo di bar e per questo motivo non esisterà nemmeno un solo tipo di locale adatto. Un aspetto che dovrai necessariamente considerare riguarda le dimensioni del locale, che dovranno essere adeguate alla tua idea di bar (o alle richieste del franchisor). Nella scelta, è preferibile uno spazio collocato in un’area di forte passaggio, con un numero adeguato di parcheggi e facile da vedere, anche per chi si trovasse a passare di lì per caso. Per quanto riguarda gli spazi interni, è preferibile scegliere un locale che è già stato utilizzato come bar o simili, in quanto sarà più semplice adattarlo alle caratteristiche che ahi in mente per la tua attività.

Le cinque migliori proposte per aprire un bar in franchising

Dedichiamoci ora alle cinque migliori idee che abbiamo selezionato per te tra quelle presenti in questo momento sul mercato. Come vedrai, sono diverse tra loro per investimento necessario e per tipologia di locale. Scopriamole.

Tabella riassuntiva migliori franchisor

MarchiInvestimentoVantaggi e Caratteristiche
BadaBoom Drink Shot & Show 9.900 eurodisbrigo delle pratiche amministrative e burocratiche
101Caffè da 10.000 eurodiverse formule di affiliazione
SUD – Senza Una Direzione da 15.000 eurocibo molto semplice da preparare
iBirrattieri Italian Beer da 35.000 europolizza assicurativa all risk per cinque anni
C House Cafè da 60.000 euroassistenza telefonica e chat continua

BadaBoom Drink Shot & Show in franchising

BadaBoom è un marchio che nasce a Milano, dall’esperienza di Francesco Sebastianelli, un barman laureato in comunicazione che ha voluto unire queste due competenze per dar vita ad una nuova formula, da lui definita cocktail bar entertainment. Si tratta di una serie di locali che propongono un’esperienza sensoriale, di intrattenimento e spettacolo, attraverso cocktail colorati, giochi coinvolgenti proposti ai clienti ed effetti scenografici.

  • Investimento iniziale:  9.900 euro.
  • Dimensioni punto vendita: a partire da meno di 30 mq fino a più di 100 mq, a seconda del format scelto.
  • Vantaggi: supporto tecnico ed operativo per l’allestimento, disbrigo delle pratiche amministrative e burocratiche, selezione e formazione del personale con affiancamento di un esperto per un mese, progettazione di campagne pubblicitarie e di comunicazione, visibilità sul sito web del marchio.
BadaBoom Drink Shot & Show franchising

Franchising 101Caffè

101Caffè è un’azienda italiana nata alcuni anni fa per rilanciare l’autorevolezza del caffè italiano, tramite una rete di negozi specializzati che acquistano il caffè dalle torrefazioni artigianali del nostro paese, per poi proporlo ai clienti nella catena di punti vendita specializzati. I bar 101Caffè offrono inoltre anche trovare anche bevande alternative per tutte le macchine come anche prodotti di pasticceria, macchine da caffè e accessori.

  • Investimento iniziale: a partire da 10.000 euro, a seconda della tipologia di locale.
  • Dimensioni punto vendita: valutazione delel caratteristiche in base alla tipologia di affiliazione.
  • Vantaggi: diverse formule di affiliazione, assistenza e formazione, consulenze su diversi aspetti delle attività.
101Caffè franchising

SUD – Senza Una Direzione

Il marchio SUD – Senza Una Direzione nasce nel 2013 da un’ idea di Salvatore e Rosalba, titolari dal 2010 del primo punto vendita SUD Cantina Pensatoio a Pisa. Si tratta di un’attività che si occupa di portare in tutta Italia i prodotti locali della tradizione liquoristica ed enogastronomica del sud Italia, selezionando i produttori tra coloro che non sono reperibili nella grande distribuzione organizzata.

  • Investimento iniziale: a partire da 15.000 euro.
  • Dimensioni punto vendita: superficie media richiesta 50-60 mq.
  • Vantaggi: offerta di cibo molto semplice che richiede tempi ridotti di preparazione e che non richiede spazi, attrezzature e abilità particolari per prepararli; assistenza per ricerca e ottenimento finanziamenti, formazione iniziale di tutte le figure professionali coinvolte, prodotti offerti esclusivi e artigianali con il marchio SUD.
SUD franchising

iBirrattieri Italian Beer

Il marchio Lautomatica, di cui fa parte anche il brand iBirrattieri, di Chivasso (TO) opera da 10 anni nel settore del franchising. iBirrattieri è una catena che si impegna a coniugare prodotti artigianali e di qualità con un occhio al prezzo cercando di renderlo accessibile ad un’ampia clientela; parole d’ordine sono Made in Italy, tradizione italiana e km 0.

  • Investimento iniziale: a partire da 35.000 euro.
  • Dimensioni punto vendita:  a partire da 70 mq.
  • Vantaggi: polizza assicurativa all risk per cinque anni, patto di riacquisto delle attrezzature entro i primi 18 mesi di attività se non è presente un finanziamento, possibilità di rateizzazione dell’investimento.
iBirrattieri franchising

C House Cafè

Il marchio C House Cafè nasce nel 2006 a Bergamo dalla storia della famiglia del caffè Poli, iniziata nel 1962 in Italia con prodotti poi esportati in tutto il mondo. Si tratta di un bar di fascia alta, dove oltre alla classica offerta tipica di una caffetteria, vengono offerti dessert, piatti gourmet principali e cocktail d’autore, inseriti in uno scenario alla moda, con un servizio clienti eccezionale e caratterizzato dal fascino italiano.

  • Investimento iniziale: a partire da 60.000 euro.
  • Dimensioni punto vendita: da 30 a 80 mq in un centro commerciale; in città da 50 a 100 mq (possibilità di valutare altre collocazioni).
  • Vantaggi: formazione presso il locale, assistenza telefonica e chat continua, supporto per i lavori per adattamento locali, libertà di fare ordini da fornitori scelti dal gestore ad eccezione di alcuni prodotti specifici.
C House Cafè franchising

Kit di supporto

come aprire un bar

Per informazioni più dettagliate sull’argomento, ti consigliamo di consultare il Kit Creaimpresa Come aprire un bar, analizzato da Bianco Lavoro e giudicato veramente valido. Un prezioso strumento, che ti aiuterà a progettare al meglio la gestione del bar, fornendo informazioni aggiornate su finanziamenti, contributi, leggi, normative, licenze autorizzazioni, attrezzature, impianti, investimenti e possibili guadagni iniziali

Speriamo che queste idee possano esserti utili per la tua prossima attività; troverai altre schede e idee di franchising sul sito, per ogni dimensione di investimento.



CATEGORIES
Share This

Commenti

Wordpress (0)