Home » News Lavoro » lavoro e occupazione

Lavoro: i diplomi e le lauree più richieste nei prossimi cinque anni

Quali sono i diplomi e le lauree richieste maggiormente dal mercato del lavoro nei prossimi cinque anni? Ecco i risultati della ricerca Unioncamere ed Anpal

Condividi questo bel contenuto


Quali sono i diplomi e le lauree più richieste nel mercato del lavoro nel corso dei prossimi cinque anni? Una domanda a cui è importante dare una risposta per potersi meglio orientare in quello che è il mondo professionale, con la possibilità di avere maggiori opportunità di trovare un lavoro appena terminati gli studi. Ecco i risultati della ricerca condotta da Unioncamere ed Anpal, che ha stimato il fabbisogno di diplomati e laureati nel quinquennio 2021-2025.

Lavoro e fabbisogno di laureati e diplomati

Il mercato del lavoro si evolve ogni giorno, con l’introduzione di nuove figure professionali, nuove filosofie organizzative e modalità di gestione. Ovviamente a tutto questo corrispondono determinate conoscenze e competenze che solo un appropriato percorso formativo può dare. Per diminuire il gap tra domanda ed offerta di lavoro è importantissimo formare le figure professionali di cui il mercato davvero necessita. A tal proposito è di notevole rilevanza lo studio condotto da Unioncamere ed Anpal denominato: “Previsioni dei fabbisogni occupazionali e professionali in Italia a medio termine (2021-2025)”. La scelta di un percorso di studi superiore da intraprendere dopo le scuole medie, così come la scelta della giusta laurea è essenziale per aumentare le possibilità di trovare occupazione.

Lavoro e diplomati

Stando a quanto emerge dallo studio, la stima connessa all’offerta dei diplomati nel periodo 2021-2025, si aggira sui 2,44 milioni di unità ossia circa 490 mila all’anno. Ed ancora, 120 mila diplomati ogni anno arriveranno dai licei, 126 mila dagli istituti tecnici, 64 mila dagli istituti professionali. Unioncamere ed Anpal evidenziano come nel prossimo quinquennio il mercato del lavoro avrà bisogno di circa 1,2 milioni di diplomati. Dati molto importanti che ci fanno comprendere lo scenario che si sta progressivamente delineando.

I principali indirizzi di livello secondario

Quali sono i più importanti e richiesti indirizzi di studi secondari di cui il mercato del lavoro avrà bisogno nei prossimi 5 anni? Tra i primi di cui le aziende necessitano c’è l’indirizzo amministrativo con una stima tra 75 mila e 84 mila diplomati l’anno. A seguire troviamo gli indirizzi appartenenti al gruppo industria ed artigianato, con un fabbisogno compreso tra le 72 mila e 76 mila unità, mentre serviranno 43-46 mila unità l’anno di giovani provenienti dai licei. Particolare attenzione agli studenti che provengono da indirizzi turistici, con un fabbisogno tra le 17 ed le 22 mila unità. In questo caso, a causa della pandemia da coronairus che ha fortemente colpito il settore, potrebbe registrarsi una diminuzione della reale necessità di lavoratori.

Lavoro e laureati

L’analisi condotta da Unioncamere ed Anpal osserva anche il fabbisogno di laureati nel mondo del lavoro nei prossimi cinque anni. In particolare questo dovrebbe aggirarsi intorno 1,2 milioni di unità cioè 228-239 mila l’anno. Di questi il 61-62% è rappresentato dai lavoratori che provengono dal settore privato (sia dipendenti che autonomi), mentre il 38-39% è rappresentato dai dipendenti nel settore pubblico. Tuttavia è importante conoscere quali lauree saranno le più richieste nel corso dei prossimi cinque anni.

Le lauree più richieste

Quali sono le lauree più richieste e che permetteranno nei prossimi 5 anni di trovare un lavoro terminato il percorso formativo? Lo studio ha creato una classifica che ci consente di capire meglio quali sono le figure professionali più richieste.

  • Al primo posto ci sono le lauree appartenenti al settore economico-statistico, con una domanda compresa tra 36 e 40 mila unità l’anno. Per essere più precisi, ci saranno tra le 35 e 38 mila unità provenienti dall’indirizzo economico e più di 1.300 da quello statistico.
  • al secondo posto troviamo le lauree appartenenti all’area giuridico e politico-sociale con una richiesta di oltre 39 mila unità l’anno (23.100 di giurisprudenza e 16.300 indirizzo politico-sociale);
  • terzo posto occupato dall’area medico-sanitaria con una richiesta annua che si aggira sui 33.35 mila laureati;
  • il settore ingegneristico occupa la quarta posizione nella classifica, con un fabbisogno di 31.35 mila unità l’anno;
  • in quinta posizione ci sono le lauree nel settore della formazione con relativa necessità di circa 25 mila laureati l’anno;
  • a seguire ci sono le lauree nel settore letterario, storico, artistico e filosofico con un fabbisogno di poco superiore i 13 mila laureati l’anno;
  • importante anche il settore urbanistico territoriale ed architettura con di 13 mila laureati l’anno;
  • ottavo posto della classifica conquistato dal settore linguistico, traduzione ed interpretariato il cui fabbisogno stimato è di 9 mila laureati l’anno;
  • nono posto per l’area matematica, scientifica e fisica ed un bisogno che oscilla tra gli 8.400 e 8.800 laureati l’anno;
  • decimo posto per psicologia di cui il mercato del lavoro necessita dai 6.400 ai 6.900 laureati l’anno.

Queste sono le lauree che nel prossimo quinquennio saranno più richieste nel mercato del lavoro.

Cerchi un nuovo lavoro?

Per avere sempre offerte di lavoro reali e verificate nella tua casella email in linea con le tue esigenze: Registrati su Euspert Bianco Lavoro

Condividi questo bel contenuto