Il contratto di lavoro a chiamata

chiamata

Questo tipo di contratto, detto anche “intermittente”, consiste nel mettersi a disposizione del datore di lavoro in maniera intermittente, a seconda delle necessità.

Le prestazioni di lavoro si svolgono in modo discontinuo e tali prestazioni sono comunque definite dal contratto nazionale o territoriale. Per le prestazioni svolte in determinati periodi dell’anno si fa riferimento al Dlgs 276/2003. In ogni caso il contratto di lavoro intermittente o a chiamata è una novità nel panorama giuridico italiano e si svolge con o senza l’obbligo di versare un’indennità ed è soprattutto finalizzato al lavoro a fattura che è stato usato per le attività di lavoro a carattere intermittente.

Leggi tutto

Nuovo Decreto: Pene più severe a chi non rispetta la parità uomo – donna

carfagna

Siamo sempre stati abituati a vedere nelle statistiche delle retribuzioni, le varie tabelle per professione, zona, età ed anche per sesso! Ma si sa, almeno nella teoria la retribuzione non dovrebbe fare discriminazioni uono-donna. Da oggi ci saranno più tutele per le donne che lavorano. Tutele che comprendono i periodi di gravidanza, maternità e paternità, …

Leggi tutto

Contratto a progetto: come funziona, usi e abusi

progetto

Il contratto a progetto è stato introdotto nella normativa italiana con la legge 30 del 2003 (nota come Legge Biagi) ed è erede diretto del tanto odiato e criticato co.co.co. (contratto di collaborazione coordinata e continuativa). Le pesanti critiche levate verso il co.co.co., infatti, che veniva molto spesso utilizzato in maniera impropria come alternativa ad …

Leggi tutto

Plurale: Curriculum o Curricula?

La parola Curricula utilizzata come plurale di Curriculum è ormai entrata nel linguaggio quotidiano. Ma è davvero corretto? Facciamo chiarezza

Il contratto d’inserimento

trin

Il contratto di inserimento sostituisce il contratto di formazione lavoro (cfl) e a seconda dei casi, serve a inserire o a re-inserire nel mondo del lavoro alcune categorie di persone attraverso un progetto chiamato piano di inserimento lavorativo, che serve a conseguire le giuste competenze professionali.

Destinatari del contratto d’inserimento sono lavoratori di età compresa tra i 18 e i 29 anni, i disoccupati di lunga durata tra 29 e 32 anni, i lavoratori con più di 50 anni senza posto di lavoro e quei lavoratori che vogliono riprendere un’attività e che non lavorano da molto tempo ( almeno due anni).

Inoltre è rivolto alle donne di qualsiasi età residente in particolari aree geografiche ( dove il tasso di occupazuione femminile è inferiore di almeno il 20% rispetto a quello maschile o del 10% in generale) e verso i portatori di handicap.

Leggi tutto

404

404: Not Found Sorry, but the content you requested could not be found