Le lauree più richieste nei prossimi 5 anni e gli sbocchi lavorativi

La crescita occupazionale ed i titoli di studio più richiesti nei prossimi 5 anni. In vetta le lauree in medicina ed economia

Nel corso dei prossimi 5 anni, in Italia ci sarà bisogno dai 3 ai 3,2 milioni di nuovi occupati, per rispondere alle esigenze del mondo del lavoro, sia a livello pubblico che privato. Quali saranno gli scenari nel mondo del lavoro e quali i corsi di laurea più richiesti nel corso dei prossimi anni?


Il fabbisogno occupazionale nei prossimi 5 anni in Italia

laurea

Il mondo del lavoro è tutto tranne che statico. Altro discorso riguarda le prospettive si crescita occupazionale nel nostro Paese. Secondo il Report Excelsior effettuato da Unioncamere ed Anpal, nei prossimi 5 anni, ci sarà bisogno dai 3 ai 3,2 milioni di nuovi occupati, per rispondere in maniera adeguata alle esigenze di produzione e crescita economica. Queste previsioni sono state effettuate tenendo in considerazione due fattori molto importanti, ossia la crescita del Pil ed il turnover occupazionale. In entrambi gli scenari di riferimento presi in esame, l’80% dei nuovi occupati, saranno assunti per far fronte al turnover professionale, mentre il restante 20% sarà assunto come conseguenza della creazione di nuovi posti di lavoro, che dovranno essere ricoperti da nuove figure professionali.

Si andrà ad affermare sempre di più una tipologia di lavoro basata sulle tecnologie digitali, che già oggi hanno permesso la nascita di nuove figure professionali un tempo totalmente sconosciute. Resta davvero importante scegliere il percorso di studio giusto, per riuscire a rispondere in maniera adeguata ai bisogni del mondo del lavoro.

I titoli di studio più richiesti nel corso dei prossimi anni

Nel corso dei prossimi anni, i diplomati e laureati rappresenteranno il 61-62% del fabbisogno totale degli occupati. Per essere più precisi, il fabbisogno di personale che possiede un diploma di laurea, sarà tra le 959 mila e le 1.014 mila unità, concentrandosi soprattutto nel settore medico-sanitario, con una richiesta che si posiziona tra le 171 mila e 176 mila unità. A seguire, altro titolo di studio particolarmente richiesto nel mondo del lavoro da qui a 5 anni è quello economico, con un fabbisogno tra 152 mila a 162 mila unità, ed ancora ingegneria con una domanda tra 127 mila e 136 mila, ed in fine l’area giuridica, con una richiesta tra le 98 mila a 103 mila unità.

L’elenco completo dei titoli di laurea più richiesti

Di seguito vi presentiamo la lista delle lauree più richieste nel corso dei prossimi anni, così da orientare nel miglior modo possibile anche chi sta pensando di continuare gli studi e deve scegliere in quale settore.

  • Medico-sanitario (da 171.400 a 175.800 unità)
  • Economico (da 151.800 a 162.200 unità)
  • Ingegneria (da 126.800 a 136.400 unità)
  • Giuridico (da 98.000 a 102.900 unità)
  • Insegnamento e formazione (da 91.900 a 96.800 unità)
  • Politico-sociale (da 59.600 a 62.900 unità)
  • Letterario (da 56.100 a 60.000 unità)
  • Architettura (da 56.000 a 59.400 unità)
  • Linguistico (da 34.000 a  36.800 unità)
  • Scientifico, matematico e fisico (da 28.900 a 30.600 unità)
  • Psicologico (da 25.600 a 27.000 unità)
  • Chimico-farmaceutico (da 24.900 a 26.600 unità)
  • Geo-biologico e biotecnologico (da 15.200 a 16.500  unità)
  • Agroalimentare (da 12.300 a 13.100 unità)
  • Statistico (da 6.500 a 6.800 unità)

Il fabbisogno dei diplomati nel modo del lavoro

Per quanto riguarda i diplomi, nei prossimi 5 anni, le imprese richiederanno personale diplomato soprattutto nelle seguenti aree: indirizzo di amministrazione, finanza e marketing, con un relativo fabbisogno tra le 279 mila e 302 mila unità; l’indirizzo industria ed artigianato, con un fabbisogno compreso tra le 211 mila e 235 mila unità. Tra queste spiccano in particolar modo le richieste per quanto riguarda gli indirizzi meccanica, meccatronica ed energia con 94-106 mila unità, così come elettronica ed elettrotecnica con una domanda tra le 50-56 mila unità. Anche il settore del turismo, avrà bisogno di occupati tra le 79 mila e 82 mila unità.

Le prospettive future di neo-laureati e neo-diplomati nel mondo del lavoro

Le previsioni mettono in luce non solo quelli che saranno i titoli di studio più richiesti nel mondo del lavoro, ma anche altre importanti prospettive, relative al numero concreto di neolaureati e neodiplomati disponibili nei prossimi anni. Analizzando i dati nel Miur, si constata facilmente come l’offerta dei neolaureati, sarà nettamente inferiore al fabbisogno totale. Infatti, ci saranno circa 894 mila unità di neolaureati, a fronte di un fabbisogno totale che andrà tra le 959 mila alle 1.014 mila unità. Situazione contraria per quanto riguarda i diplomati. Infatti l’offerta di soggetti aventi un diploma di scuola superiore, sarà nettamente superiore al fabbisogno totale, con differenze più o meno marcate a seconda degli indirizzi di studio.

Cerchi un nuovo lavoro?

Per avere sempre offerte di lavoro reali e verificate nella tua casella email in linea con le tue esigenze, registrati su Euspert Bianco Lavoro selezionando la tua zona e categoria di interesse (il servizio è completamente gratuito):

SI, voglio offerte di lavoro

CATEGORIES
Share This

Commenti